You are here
De Luca a Che Tempo Fa: “Ristoranti per me aperti fino alle 23, il problema non sono loro ma la movida” Attualità Primo piano 

De Luca a Che Tempo Fa: “Ristoranti per me aperti fino alle 23, il problema non sono loro ma la movida”

Il presidente della Campania De Luca è tornato stasera a Che tempo fa di Fabio Fazio. “La situazione in Campania è complicata. Timore o fiducia? Chiede Fazio a De Luca

Il Governatore risponde: “C’è un elemento di preoccupazione ma siamo entrati in una seconda fase per quanto riguarda il Covid: la prima è che abbiamo i vaccini la seconda è che abbiamo un paese stremato che non regge più. Il problema – prosegue De Luca – è che non abbiamo un quantitativo di vaccini sufficiente. Puoi aprire con un rischio calcolato ma devi avere vaccini a  sufficienza altrimenti ci giochiamo l’estato.

La seconda cosa è che manca un piano specifico di controllo delle forze dell’ordine Abbiamo un paese abbandonato a se stesso. Zona rossa, arancione e gialla e poi per strada vediamo tutti in giro. Cosa si deve fare? Multare quelli che girano senza mascherina, contrastare gli assembramenti e procedere anche con misure penali.

Per me – aggiunge il Governatore –  i ristoranti devono chiudere alle 23 e consentire ai clienti di tornare a casa per le 23.30. Il vero problema è la movida-. Sono le migliaia di ragazzi che vanno in giro in maniera incontrollata che rappresentano il rischio più grande”

Poi De Luca attacca il Governo sulla mancanza di alternative sui vaccini.  “Cosa aspetta il governo a chiedere all’Aifa di valutare lo Sputnik? Il problema è la mancanza di vaccini che penalizza le categorie economiche. Rischiamo di arrivare questa estate senza aver vaccinato il personale delle strutture alberghiere. Il Governo dorme in piedi”

De Luca ha parlato anche degli attestati di vaccinazione in Campania: “La prossima settimana ne consegniamo 250mila”. Va avanti, inoltre il percorso di Isole Covid free relativo a Capri, Ischia e Procida.

“Andrea Agnelli un infiltrato di Aurelio De Laurentiis alla Juventus”. Vincenzo De Luca, governatore della Campania, si esprime così sul presidente della Juventus, Andrea Agnelli, dopo il naufragio del progetto Superlega. “Come diceva Cervantes, Agnelli è andato per fare lana ed è stato tosato…”, dice De Luca a Che tempo che fa. “Mi vado convincendo che Agnelli sia un infiltrato di Aurelio De Laurentiis”, dice facendo riferimento al presidente del Napoli. “I danni che ha fatto alla Juventus…”, aggiunge, prima di chiamare in causa anche l’allenatore bianconero Andrea Pirlo:”Un allenatore prematuro…”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.