You are here
Danni per il maltempo a Pagani, partiti i sopralluoghi per i lavori Provincia Provincia e Regione 

Danni per il maltempo a Pagani, partiti i sopralluoghi per i lavori

Sono partiti  i sopralluoghi congiunti tra rappresentanti dell’amministrazione, i tecnici comunali, i tecnici del Consorzio di Bonifica per valutare l’entità dei danni causati dall’evento alluvionale di ieri, 22 novembre, che ha colpito l’Agro Nocerino Sarnese e anche la zona rurale del comune di Pagani e in particolare I e II Traversa Mannara, via Zeccagnulo e parte di via Filettine.
In particolare le criticità registrate sulle traverse Mannara sono attribuibili alla rottura dell’argine dell’Alveo Comune Nocerino nel tratto Valle della Vasca nel Comune di Nocera Inferiore. Le acque fuoriuscite dall’argine si sono mosse in direzione Pagani, allagando diverse case, scantinati e invadendo i terreni coltivati circostanti.
“Il Comune di Pagani provvederà a chiedere lo stato di calamità naturale e sarà vigile nei contatti con il Demanio Idrico (Genio Civile), Consorzio di Bonifica e tutti gli Enti preposti al governo del territorio in materia idraulica. Già sono in corso i lavori di ripristino e di messa in sicurezza con urgenza dell’argine scalzato al fine di mettere in sicurezza quel punto e salvaguardare il più possibile l’area in prospettiva anche dei possibili prossimi eventi di pioggia intensa”, scrive il sindaco Raffaele De Prisco.
“Già questa mattina quattro squadre della Protezione civile Papa Charlie in sinergia con il Punto di Baronissi hanno avviato questa mattina le attività di svuotamento degli stabili con priorità alle parti abitabili di abitazioni alluvionate, al fine di poter permettere alle famiglie evacuate di poter tornare il prima possibile alla normalità delle loro case. Sono stati inoltre forniti rifornimento idrici in via Mannara. Anche la Provincia è intervenuta nei tratti di competenza.
Si raccomanda di non consumare e commercializzare i prodotti ortofrutticoli provenienti dalle zone investite dall’alluvione di ieri, prima di dovuti accertamenti degli organi preposti (Arpac)”.
Il COC continua ad essere attivo. Il numero di telefono a cui riferirsi per eventuali emergenze è 0815155757.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.