You are here
Covid spietato, muore il giornalista e scrittore salernitano Pietro Nardiello Attualità Cronaca Primo piano 

Covid spietato, muore il giornalista e scrittore salernitano Pietro Nardiello

Non ce l’ha fatta Pietro Nardiello, 48 anni, giornalista e scrittore salernitano ricoverato dallo scorso 19 aprile all’ospedale Melorio di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). È morto nelle scorse ore dopo una lunga battaglia contro il coronavirus. Battaglia che aveva anche documentato sui social fino allo scorso 27 aprile (“Da oggi senza casco, con ossigeno e sulla poltrona) ricevendo centinaia di messaggia di sostegno. Assistito nella respirazione dal casco, scrive il Riformista, , le sue condizioni si sono aggravate con il passare dei giorni fino al drammatico epilogo di oggi, giovedì 6 maggio. Nardiello ha collaborato con le testate Articolo 21, la Città di Salerno e Repubblica Napoli, ha condotto trasmissioni radiofoniche e ha scritto cinque libri. Il primo nel 2014 (“Guidaci ancora Ago”, dedicato alla figura di Agostino Di Bartolomei) poi “Salernitana 19:19 Dalla D alla B alzando le coppe (2016), Il Grande Torino. Campioni per sempre (2017), Notti Magiche (2018), Interrompo dal San Paolo (2020).

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi