You are here
Confesercenti: l’ordinanza di De Luca mette un freno alla ripartenza Attualità Economia Primo piano 

Confesercenti: l’ordinanza di De Luca mette un freno alla ripartenza

La proroga al 31 agosto del divieto di vendita di bevande alcoliche da asporto dopo le 22, benché non fosse inaspettata, ha inasprito gli animi di titolari e gestori di bar ed enoteche. “L’ordinanza regionale un nuovo freno alla ripartenza”. Lo ha dichiarato il presidente della Confesercenti Salerno, Raffaele Esposito che, all’indomani della nuova ordinanza regionale, si dice preoccupato in quanto “l’irrigidimento delle regole spesso penalizza oltre ogni misura piccole attività commerciali che proprio in queste settimane stanno, tra infinite criticità, ancora tamponando le ferite di una pandemia socio economica tremenda e che certamente a Settembre restituirà un tessuto sociale ancora molto provato da mesi e mesi di restrizioni”.
La Confesercenti ha invece detto sì al Green pass perché, ha chiarito Esposito, “sembrava bastare come sacrificio necessario a garantire un contenimento dei contagi e per favorire la maggior sicurezza possibile per i turisti ed i viaggiatori, con una penalizzazione forte per i locali al chiuso, oggi queste nuove restrizioni potrebbero mettere in ginocchio centinaia di piccole attività commerciali che soltanto d’estate trovano occasione di lavoro, quello vero”.

“Siamo certi, prosegue il presidente Esposito, che queste misure non vengano poste in essere a cuor leggero, sono ormai consolidate le problematiche reali che molte categorie riscontrano ad ogni intervento normativo limitativo e proprio per questo chiediamo una agenda politica che si occupi del piano di sostegno per queste imprese alle quali non basteranno più i “pochi” spiccioli ma serviranno interventi poderosi per avviare in tempi migliori la vera ripartenza e la vera ripresa.

Sulla questione Green Pass speriamo davvero che nessuna impresa possa più chiudere e per quanto attiene agli aspetti della vigilanza, sul rispetto delle regole, garantiremo massima collaborazione da parte degli esercenti conclude il presidente Esposito, ma vogliamo che i controlli non siano un peso sulle spalle degli imprenditori, di chi ha già moltissime difficoltà nel lavorare e nel cercare di ripartire”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi