You are here
Condannati i baby pusher Primo piano Provincia e Regione 

Condannati i baby pusher

Il blitz dello scorso aprile, coordinato dal sostituto procuratore Roberto Lenza, aprì uno squarcio su un approvvigionamento di droga – cocaina per la maggior parte – tra i comuni di Nocera e Pagani. Le prime attività investigative partirono nel luglio 2016, quando i carabinieri rinvennero in un garage di proprietà di Alfonso Zucca (suo il ruolo principale, con giudizio fissato a novembre) due chili di hashish.

Droga che giovani pusher vendevano ai frequentatori della movida nocerina. Alcuni erano insospettabili, altri incensurati ma avevano creato un sistema di spaccio che si estendeva tra le città di Nocera Inferiore e Pagani.

Due giorni fa è arrivata la condanna per sei dei giovani pusher. La pena più alta è stata decisa per Marcello Radice, punto di riferimento di una serie di acquirenti e pusher, condannato a 8 anni e 8 mesi di reclusione. Ha appena 21 anni.

A seguire 5 anni e 4 mesi per Giovanni Marino, 1 anno e 4 mesi per Rosario Manzo, 1 anno per Massimo Naclerio, 1 anno per Giuseppe D’Orio e 4 anni e 4 mesi per Luigi Sorrentino

Fonte: Il Mattino

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.