You are here
In cinquemila in piazza contro i veleni del fiume Sarno. Succede a Scafati Cronaca Primo piano 

In cinquemila in piazza contro i veleni del fiume Sarno. Succede a Scafati

Migliaia di persone scendono in strada contro l’inquinamento del fiume Sarno e i suoi nauseabondi miasmi. Circa cinquemila persone rispondono all’appello lanciato su facebook dall’ingegnere Arcangelo Sicignano e marciano per denunciare tutta la loro rabbia. Bambini, genitori, comitati civici, politici in ordine sparso di tutti gli schieramenti tutti uniti. Molti i rappresentanti provenienti anche dai comitati civici degli altri comuni, da Nocera a Torre Annunziata. 
Ad aprire il corteo lo slogan della manifestazione: «Per la salute dei nostri figli e della nostra città». Negli altri striscioni si legge: «L’indifferenza e l’ignavia ci uccidono»; «Basta distruggere il nostro futuro»; «Cappelle terra dei fuochi»; «Non vi permettiamo di giocare con la nostra salute Game Over».
La marcia parte dal ponte sul fiume Sarno, a pochi passi da palazzo Meyer, e percorre via Roma e via Oberdan per poi ritornare in piazza. Arcangelo Sicignano, tra gli applausi, dice: «Questa è una battaglia per tutti. Senza colore politico. Siamo qui per difendere i nostri figli e la nostra città. Chiediamo alla commissione straordinaria di intervenire presso il presidente Regione Campania e presso il ministro dell’Interno e quello della Salute. Abbiamo bisogno di risposte e non ci arrenderemo».

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.