You are here
Barricate contro l’impianto per lo smaltimento dei rifiuti Primo piano Provincia e Regione 

Barricate contro l’impianto per lo smaltimento dei rifiuti

Cittadini pronti alle barricate ad Eboli e nella Piana del Sele per protestare contro la realizzazione da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Cariello di un secondo impianto di lavorazione dei rifiuti in capo alla Sarim.

In particolare è previsto un digestore anaerobico che si aggiungerebbe pure all’ampliamento dell’attuale sito di compostaggio oggetto di un’inchiesta della Procura della Repubblica presso il tribunale di Salerno dopo una ispezione dei carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico.

Le autorità sanitarie hanno certificato l’aumento di tumori oltre al nauseante odore attribuito alle attività del sito di compostaggio.

Senza contare che l’area su cui dovrebbe sorgere il nuovo impianto in area Pip ad Eboli è oggetto di un contenzioso perché l’assegnazione, che pertanto risulta sospesa, è stata effettuata da parte dell’amministrazione comunale con l’articolo 17 e non con un bando di evidenza pubblica. Area in cui sorgono attività produttive di rilievo, sia della filiera agroalimentare che dei servizi, che offrono occupazione e sviluppo all’intero comprensorio. 

Per adesso i cittadini devono attendere il consiglio comunale congiunto previsto per la metà della prossima settimana.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.