You are here
Anche 4 docenti Unisa firmano contro il green pass Attualità Unisa e Scuola 

Anche 4 docenti Unisa firmano contro il green pass

Anche quattro docenti dell’Università degli Studi di Salerno sottoscrivono l’appello anti-Green Pass. Tra i circa 300 insegnanti che hanno sposato la causa, di cui è diventato una sorta di portabandiera il noto divulgatore dell’ateneo del Piemonte Meridionale, compaiono le firme di Pierluigi Furcolo (professore associato di Costruzioni idrauliche), Fabio Madonna (docente a contratto), Geminello Preterossi (ordinario di Filosofia del diritto) e Davide Tarizzo (associato di Filosofia morale)-scrive la Città – , tutti e quattro facenti parte del corpo docenti di Unisa. Una “delegazione” salernitana pronta a manifestare tutti i propri dubbi sulla bontà della certificazione verde lanciata dal governo Draghi e che ha nel suo principale sponsor il ministro della Salute, Roberto Speranza, almeno per quanto concerne il suo utilizzo in ambito accademico, con l’obbligo esteso a studenti e personale. «Dal primo settembre – ricordano – per frequentare le università italiane, sostenere gli esami e seguire le lezioni si deve essere in possesso del cosiddetto Green Pass. Tale requisito estende, di fatto, l’obbligo di vaccinazione in forma surrettizia per accedere anche ai diritti fondamentali allo studio e al lavoro, senza che vi sia la piena assunzione di responsabilità da parte del decisore politico». Un’iniziativa, quella dei docenti firmatari del documento, che ha già suscitato un ampio dibattito e prosegue su binari paralleli, seppur distinti, rispetto al braccio di ferro tra i promotori del vaccino e i cosiddetti “No Vax.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.