You are here
Alla Salernitana il XXX “Città di Cava de’ Tirreni”, la Nazionale Lega Pro trionfa nei Giovanissimi Calcio Dilettanti Lega Pro Salernitana Sport 

Alla Salernitana il XXX “Città di Cava de’ Tirreni”, la Nazionale Lega Pro trionfa nei Giovanissimi

Battendo 5-3 ai rigori la Rappresentativa Nazionale Lega Pro, la Salernitana ha vinto il Trofeo D’Amico nella categoria Allievi del 30° Torneo Internazionale di Calcio Giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”. Nei Giovanissimi – Trofeo Gino Avella “rivincita” della Nazionale Lega Pro, impostasi per 5-2 ai rigori sulla Rappresentativa Nazionale LND. Vittoria anche per l’Olimpia Sport nei Mini Giovanissimi, il Savino Soccer negli Esordienti 2006, la Dea Diana negli Esordienti 2007, la Dream Soccer nei Pulcini 2008 e nei Pulcini 2009, l’Accademia Sorrento nei Primi Calci e la Valle di Suessola nei Piccoli Amici. Tommaso Mancini miglior calciatore del Torneo, Tommaso Busatto la “giovane promessa”. Assegnato eccezionalmente al tecnico Roberto Di Peso della Rinascita Cava 2000 il “Trofeo Vincenzo Pellegrino” riservato al “calciatore più comunicativo”. Sono i verdetti della 30ª edizione del Torneo Internazionale di Calcio Giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”, terminato ieri sera con le finali di tutte le categorie e la Cerimonia di Chiusura allo stadio “Simonetta Lamberti” di Cava de’ Tirreni (Sa) dopo 8 intensi giorni di gare e ben 183 incontri disputati. Nella categoria Allievi il Trofeo D’Amico è andato alla Salernitana di mister Ernesto De Santis, che ha superato 5-3 ai rigori, dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sullo 0-0, la Rappresentativa Nazionale Lega
Pro dei tecnici Daniele Arrigoni e Luigi Corino. Decisivo nella lotteria finale l’errore di Alessandro Bertocchi, il cui penalty è stato parato dall’estremo difensore granata Gaetano De Simone, autentico protagonista del match, avendo già “neutralizzato” un altro rigore nei minuti finali della partita, che è stata arbitrata da Mattia Pascarella (Can Pro) della Sezione di Nocera Inferiore. Applausi a scena aperta anche per la Rappresentativa Nazionale Lega Pro, “consolatasi” con l’assegnazione al suo calciatore Tommaso Busatto (del Vicenza, classe 2002) del Trofeo “Scommettiamo che… – Premio Adriana D’Incecco”, tributato dal Comitato Organizzatore alla “giovane promessa” che si è particolarmente distinta nel corso della kermesse. Soddisfazione anche per Cristian Orefice della Cavese, che con 4 reti segnate ha vinto il titolo di miglior marcatore. La Rappresentativa Nazionale Lega Pro si è “rifatta” nella finale della categoria Giovanissimi, nella quale ha sconfitto 5-2 ai rigori (2-2 alla fine dei tempi regolamentari) la Rappresentativa Nazionale della Lega Nazionale Dilettanti, allenata da Andrea Albanese. Un autentico trionfo per la squadra del tecnico Daniele Arrigoni, il cui calciatore Tommaso Mancini (sempre del Vicenza, classe 2004) ha vinto il titolo di miglior marcatore con 6 reti realizzate, ma soprattutto si è aggiudicato la “Coppa Tremil” come miglior calciatore dell’intero Torneo, consegnatagli da Lionello Manfredonia, dirigente sportivo e notissimo ex calciatore. La Rappresentativa Nazionale Lega Pro ha così “incassato” durante la Cerimonia di Premiazione il Trofeo Gino Avella, consegnato da Monica Avella, figlia dell’indimenticabile giornalista cavese cui ogni anno è dedicato il “Città di Cava de’ Tirreni”. C’era grande attesa anche per l’assegnazione del “Trofeo Vincenzo Pellegrino”, messo in palio dal giornalista Antonio Di Giovanni e riservato al “calciatore più comunicativo”. Quest’anno eccezionalmente il riconoscimento è stato attribuito ad un allenatore, Roberto Di Peso della S.C. Rinascita Cava 2000 (categoria Piccoli Amici), con questa motivazione: “Essendo dopo pochi minuti dall’inizio della gara la squadra avversaria (l’Alba Cavese) rimasta con un calciatore in meno, non avendo la stessa cambi da operare, il tecnico non ha esitato a far uscire definitivamente dal campo un suo calciatore, in modo da disputare praticamente tutto il match ad armi pari. Un gesto di grandissima sportività, lealtà e signorilità, ancor più significativo tenuto conto della categoria di appartenenza, riservata a bambini di 6 e 7 anni. Un’età in cui tali gesti e comportamenti risaltano ancor più come esempi e modelli da seguire”. Durante la Cerimonia sono state consegnate anche le Coppe Fair Play, che sono andate alla Rappresentativa Nazionale Lega Pro tra gli Allievi (Coppa “Conad”), alla Rappresentativa Nazionale LND nei Giovanissimi (Coppa “Città di Cava de’ Tirreni”), a Madonna dei Bagni nella categoria Mini Giovanissimi (Coppa “Ok Pubblicità”), a Santa Maria Assunta tra gli Esordienti 2006 (Coppa “Comm. Federico De Filippis”) ed alla Dea Diana negli Esordienti 2007 (Coppa “Grafica Metelliana”). Con le premiazioni e la Cerimonia di Chiusura è calato il sipario sulla 30ª edizione del Torneo Internazionale di Calcio Giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”, caratterizzata come sempre da numeri record e da eventi di grande richiamo, volti a celebrare lo storico traguardo del trentennale.

mm

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi