You are here
Accadde oggi: il 4 ottobre 2002 condanna record per la Philip Morris: 28 miliardi di dollari per una malata di tumore Attualità 

Accadde oggi: il 4 ottobre 2002 condanna record per la Philip Morris: 28 miliardi di dollari per una malata di tumore

Accadde oggi: era il 4 ottobre 2002 quando una giuria di Los Angeles condannò per la prima volta nella storia una azienda di produzione di sigarette: la Philip Morris sanzionata a pagare a una donna di 64 anni malata di cancro ai polmoni un risarcimento record di 28 miliardi di dollari. Il risarcimento all’epoca fu il più grande mai stabilito in una causa riguardante le vittime del tabacco. La donna ammalata, originaria di Newport Beach, in California, aveva contratto un cancro ai polmoni dopo decenni di fumo (aveva iniziato a fumare a 17 anni). Lei aveva dichiarato di essersi sempre fidata delle rassicurazioni della Philip Morris, secondo cui il fumo non provocava il cancro. La sentenza si aggiunse a una prima decisione dei giudici che avevano già riconosciuto alla donna un risarcimento di 850.000 dollari per i danni diretti causati dal fumo. Dopo alcuni giorni di camera di consiglio la giuria aveva deciso di punire con 28 miliardi di dollari Philip Morris, una misura che aveva lo scopo di costringere la società a modificare le sue pratiche. Più tardi un’altra sentenza, seppur con meno soldi di risarcimento, la Morris fu condannata a pagare milioni di euro a una vedova il cui marito morì a causa di un cancro ai polmoni che avrebbe contratto con le sigarette.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.