You are here
Mafia a Nocera, guerra tra bande: processo al via Cronaca Provincia e Regione 

Mafia a Nocera, guerra tra bande: processo al via

Ora c’è anche l’associazione mafiosa. L’accusa per la quale il gup Giovanna Pacifico ha rinviato due giorni fa a giudizio 10 persone, già sotto processo per la guerra tra “gruppi criminali” che si consumò due anni fa, a Nocera Inferiore. Il processo inizierà il 27 novembre. Imputati che secondo il teorema accusatorio del pm dell’Antimafia Vincenzo Senatore, avrebbero gravitato nell’orbita dei fratelli Michele e Luigi Cuomo, presenti anche loro a giudizio. L’indagine ribattezzata «Un’altra storia», conta più di 30 imputati, già sotto processo presso il tribunale di Nocera Inferiore. Per dieci di loro, ora, si aggiunge anche l’accusa di aver fatto parte di un’associazione di stampo camorristico.

Il dibattimento, tutt’ora in corso, racchiude accuse come rapina, spari in luogo pubblico, rissa, violazioni di domicilio, estorsioni, violenza privata, trasferimento fraudolento di valori, possesso d’armi e pestaggi. Uno spaccato criminale diviso in due tronconi, che presumibilmente sarà riunito in un unico procedimento. Muovendosi con «fare intimidatorio e forti del vincolo associativo», i 10 avrebbero in sostanza tentato di imporsi come un vero e proprio «clan». Tra le accuse ci sono quelle di aver accolto le richieste di comuni cittadini nel recuperare oggetti rubati, vendicare aggressioni o risolvere contrasti personali. Sostituirsi insomma alle Forze di Polizia e allo Stato. Oltre a puntare alla gestione di attività economiche. Quella stessa accusa che per il Riesame, in fase cautelare, era però caduta. Per i giudici del tribunale della Libertà, che riconobbero in Michele Cuomo “un capo”, quel gruppo non avrebbe avuto forza tale per assoggettare la comunità come un clan di camorra. Seppur l’indagine dei Ros e della Mobile abbia registrato l’uso di una «violenza smodata e plateale», gli imputati avrebbero solo tentato di assurgere al rango di un vero e proprio clan, senza grossi risultati però. L’indagine iniziò nel 2015 durando sino alla fine del 2016. Il blitz verso diverse delle persone coinvolte scattò dopo le sparatorie consumate tra i membri di “bande” contrapposte, che sconvolsero la città di Nocera Inferiore lo scorso autunno.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi