You are here
Un sacerdote perpetrava abusi sul suo autista tuttofare Cronaca Primo piano 

Un sacerdote perpetrava abusi sul suo autista tuttofare

Un grave disturbo bipolare affliggeva il sacerdote salernitano accusato di abusi sessuali nei confronti di uno straniero, residente a Mercato S. Severino, che svolgeva per lui le funzioni di autista e tuttofare.

La terza sezione penale del Tribunale di Salerno ha stabilito una nuova perizia psichiatrica, nei confronti del frate, per stabilire sia la capacità di intendere e volere (del religioso) all’epoca dei fatti sia la capacità di stare in giudizio.

E, così, ieri mattina, invece di proseguire nel dibattimento, il presidente della sezione (giudice De Luca) ha disposto la perizia: conferito l’incarico, il processo è stato aggiornato al prossimo 30 gennaio per le conclusioni del perito psichiatra.

Il rapporto di conoscenza tra i due, a quanto pare, risaliva da tempo, ancor prima dell’estate 2013 quando della vicenda fu messo al corrente anche il padre provinciale della confraternita, alla quale apparteneva il sacerdote già allontanato dalla sua parrocchia perché affetto da una grave forma depressiva. 

Le indagini sono scattate dopo che il giovane, all’epoca dei fatti 30enne, raccontò di aver subito abusi sessuali con la promessa di essere assunto come autista. E, ancora, di essere stato ospitato dall’indagato in un convento dove di notte – come denunciato dal ragazzo, era stato costretto ad avere rapporti omosessuali con il religioso.

 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.