You are here
Ubriaco alla guida del camper travolge e uccide un’anziana Primo piano 

Ubriaco alla guida del camper travolge e uccide un’anziana

Ennesima tragedia lungo la Salerno-Reggio Calabria tra Sala Consilina e Padula. A perdere la vita un’anziana donna, denunciato il conducente del camper che ha travolto la vettura nella quale era la donna per guida in stato di ebbrezza. È, infatti, risultato positivo all’alcol test il conducente del camper che nel tardo pomeriggio di ieri ha travolto un’auto posteggiata lungo la corsia d’emergenza dell’autostrada A2 tra gli svincoli di Sala Consilina e Padula. All’interno dell’auto Maria Maggio, una 75enne originaria di Montesano sulla Marcellana ma residente ad Albanella. La donna è deceduta a causa delle ferite nell’ospedale «Luigi Curto» di Polla. Ferita la sorella e sotto choc il nipote della vittima, un 38enne.

La tragedia si è consumata intorno alle 18. Maria Maggio è stata all’ospedale di Polla con la sorella per un visita di controllo, dopo di che invece di andare verso Albanella ha deciso di andare a Montesano sulla Marcellana. Lungo il tragitto però l’auto ha forato e si sono fermati lungo la corsia d’emergenza. Il nipote stava provvedendo a cambiare la ruota quando è piombato sulla vettura il camper guidato da un uomo di 71 anni originario di Firenze. L’impatto è stato tremendo. Non è ancora chiaro se le due donne fossero all’interno dell’abitacolo o fuori. Il camper ha travolto l’utilitaria che si è accartocciata su se stessa. Immediato l’arrivo di due ambulanze del 118, dei vigili del fuoco del Distaccamento di Sala Consilina e della polizia stradale sempre di Sala Consilina guidata dall’ispettore capo Rufino Tortora. Gli agenti hanno provveduto a ricostruire l’accaduto e a sottoporre il conducente del camper all’ospedale per gli esami di routine. È risultato positivo all’alcol test (1.24 grammi per litro) ed è stato denunciato a piede libero. Le donne sono state trasferite all’ospedale «Luigi Curto» di Polla dove Maria, di 75 anni, è spirata dopo qualche ora di agonia. Gravemente ferita, invece la sorella. Sotto choc ovviamente il nipote della vittima e figlio della ferita a causa di quanto avvenuto.

mm

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi