You are here
Spiagge Libere! Nasce il nuovo gruppo tematico di Coraggio Salerno Attualità 

Spiagge Libere! Nasce il nuovo gruppo tematico di Coraggio Salerno

Parte il nuovo gruppo tematico sulle spiagge del movimento cittadino Coraggio Salerno. Obiettivo del primo incontro è far partecipare e includere tutte quelle persone che abbiano a cuore la tutela delle spiagge e del litorale salernitano.

In un appello video Matteo Zagaria, portavoce di Coraggio Salerno!, invita la cittadinanza a discutere insieme di priorità e progetti, da sviluppare nell’ambito delle spiagge e del litorale.

Tra le direttrici che dovrebbero segnare il cammino di questo gruppo di lavoro, vi è la riqualificazione del litorale pubblico, che può divenire elemento essenziale per lo sviluppo della città. Nella visione di Coraggio Salerno!, la riqualificazione delle spiagge libere e il conseguente potenziamento dei servizi offerti al pubblico rivestono così una duplice funzionalità: da un lato, devono essere fruibili e garantite per la stessa cittadinanza. Dall’altro, si vuole avviare un motore per l’economia locale, vettore di un turismo diverso, che possa coinvolgere tutti i quartieri della città. Con il ripascimento delle spiagge della Zona Orientale, il dibattito pubblico si è spostato nuovamente sulla valorizzazione delle spiagge e sul rapporto tra i privati (proprietari degli stabilimenti balneari) e il pubblico.

MANCANO I REGOLAMENTI

<<In Italia, la materia sulla gestione di spiagge e litorali non è ancora regolamentata. Non esiste attualmente una normativa che stabilisce una percentuale di distribuzione fissa tra concessione ai privati e spiaggia libera>> spiega nel video Matteo Zagaria.

<<Dopo i lavori di ripascimento che hanno interessato il litorale salernitano, di indubbio valore, noi di Coraggio vogliamo occuparci proprio di tutto ciò: quanta di questa spiaggia sarà a beneficio dei bagnanti salernitani? Vogliamo fare in modo che le spiagge siano accessibili ai diversamente abili; accessibili a livello economico, per evitare che concessioni e costruzioni di stabilimenti privati creino disparità; accessibili a livello di salute e inquinamento>>.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi