You are here
Scuola, Regione contraria sulle linee del Miur. De Luca: “Così com’è, non daremo il nostro consenso alla ripartenza” Attualità Primo piano 

Scuola, Regione contraria sulle linee del Miur. De Luca: “Così com’è, non daremo il nostro consenso alla ripartenza”

“La Regione manterrà il suo dissenso rispetto al ministero della pubblica istruzione. Diremo che non saremo d’accordo sulle misure che si andranno a prendere. Anziché essere concentrati sul problema della scuola, siamo costretti a pensare alle liste, ai comizi. Non si è capito ancora perché non siamo andati a votare a luglio, è irresponsabile votare a settembre, quando riaprono le scuole”, ha rimarcato De Luca oggi pomeriggio nel consueto appuntamento del venerdì.
“Noi non daremo il consenso anche perché non è stato definito l’organico dei docenti, neanche quello del personale ATA e amministrativo. Espliciteremo il nostro dissenso e la nostra critica al ministro della pubblica istruzione che ha consentito che i problemi della scuola diventassero marginali rispetto alla ‘politica politicante’”. Sulla Sanità. “Abbiamo realizzato ad Arzano una palazzina bellissima di 3 piani, 40 posti letto dedicati alla salute mentale. Sono problemi seri che riguardano tante persone e condizionano la vita di tante famiglie. Siamo davvero orgogliosi di questo importante risultato. Le persone ormai vengono dal nord per curarsi in campania perché abbiamo ospedali sicuri oltre che medici incredibili. Stiamo lavorando per aprire l’ospedale di Agropoli, abbiamo quasi terminato il progetto per il raddoppio di quello di Pozzuoli.
All’Ospedale del Mare abbiamo ospitato il console americano e il comandante della flotta Nato dell’area del sud europa. Gli USA ci hanno regalato alcuni impianti tecnologici e siamo felici che dagli Stati Uniti siano venuti in Campania, come atto di omaggio per lo sforzo fatto e per i risultati prodotti”. Il concorso per giovani. “La Campania ha varato un piano per il lavoro per 10 mila giovani, per dare lavoro ad un’intera generazione. Da luglio 2500 ragazzi sceglieranno i Comuni per la formazione che poi terminerà con un contratto di lavoro”. piano socio economico per il covid. “Abbiamo fatto arrivare i contributi a tutti, stanno arrivano anche alle famiglie con bambini con problemi di disabilità. Inoltre le pensioni al di sotto dei 500 euro arriveranno a 1000 con il contributo della Regione. per il mese di maggio l’abbiamo giò fatto, a breve arriveranno anche quelle di giugno”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi