You are here
SCUOLA DI FORMAZIONE IN EDILIZIA ANCE AIES: FORMAZIONE MANODOPERA SPECIALIZZATA, LAVORO ED INCLUSIONE Attualità 

SCUOLA DI FORMAZIONE IN EDILIZIA ANCE AIES: FORMAZIONE MANODOPERA SPECIALIZZATA, LAVORO ED INCLUSIONE

Negli ultimi anni lo scenario economico è stato ridefinito da profondi cambiamenti che hanno interessato anche e soprattutto il mondo delle costruzioni.
L’impresa del futuro si caratterizza per Qualificazione, Sostenibilità, Digitalizzazione e Integrazione che deve essere risorsa e forza inclusiva nel mondo del lavoro. Il comparto edile necessita quindi di nuovi occupati, italiani e stranieri, operatori e tecnici specializzati da immettere velocemente nel settore per assicurare la specializzazione richiesta dal mercato, potenziare la competitività dell’impresa, garantire la sicurezza sul lavoro e contrastare il lavoro irregolare.

Un impegno ribadito dal recente rinnovo contrattuale, i cui punti cardine sono proprio gli investimenti in formazione e sicurezza, oltre a specifici incentivi per favorire l’occupazione dei giovani. Un impegno condiviso da Ance Aies Salerno che, grazie all’azione energica e concreta del presidente Vincenzo Russo, rappresenta da sempre un punto di riferimento e di eccellenza, in grado di accompagnare le imprese nell’affrontare le nuove sfide del mercato del lavoro.
Già diverse le azioni messe in campo in questa direzione: il Protocollo d’Intesa con l’Università degli Studi di Salerno, grazie al quale è in programma il Secondo Corso di Formazione Post Laurea per 10 neolaureati in Ingegneria Civile da inserire presso le imprese di costruzioni ed il progetto di “SCUOLA DI FORMAZIONE DI OPERATORE E TECNICO DI CANTIERE”, quindi la formazione dei giovani da inserire nel mondo delle imprese di costruzioni, attraverso l’azione determinante sul Territorio degli Enti Bilaterali.

A partire dal 2021 il Settore delle costruzioni registra una netta ripresa del mercato che, grazie anche alle opportunità derivanti dal Superbonus e dal PNRR, sta crescendo ad un livello mai visto dal 1999, nonostante le imprese vivano ancora criticità, come il caro materiale e la carenza di manodopera e figure professionali specializzate. I recenti dati della Cassa Edile Salernitana confermano una netta RIPRESA del Comparto Edile in provincia di Salerno con un aumento sia della massa salaria denunciata che del numero di nuove imprese, registrando un + 50% rispetto allo scorso anno, sia nell’ambito dei lavori pubblici che privati.
Il dato positivo di crescita tendenzialmente crescerà ancora di più, visto l’impatto sull’economia dei lavori di cui al Superbonus 110%. Per il 2021, dai dati dell’Enea, in provincia di Salerno si contano oltre 700 interventi per un totale di investimenti lavori conclusi ammessi a detrazione che ammonta a circa 110 milioni di €. Il fatturato delle imprese di costruzioni, quindi, ha evidenziato segnali di ripartenza con una variazione tendenziale positiva e in forte controtendenza rispetto agli anni precedenti.
Il Comparto delle Costruzioni registra però la grande difficoltà nel reperire manodopera necessaria per realizzare le opere finanziate con i fondi del PNRR: a rischio quindi le prospettive di sviluppo del Settore, trainato anche dal Superbonus 110%.
Secondo le nostre stime per i prossimi due anni ci sarà bisogno, con una netta prevalenza di manodopera giovanile, di circa 8.000 posti di lavoro tra 5.000 unità nel settore e altre 3.000 nei compartimenti collegati.
Di qui l’avvio della SCUOLA DI FORMAZIONE in EDILIZIA, con la prossima emanazione del bando per il progetto articolato in due attività formative per figure professionali centrali nel processo produttivo dell’edilizia. La prima per 20 Tecnici di coordinamento di cantiere, rivolto a giovani diplomati degli istituti per geometri e/o laureati in ingegneria civile. La seconda per 20 Operatori Edili, figure di base del cantiere edile da avviare successivamente all’acquisizione di una specializzazione specifica.

Il progetto vede il coinvolgimento delle imprese edili in tutte le sue fasi: raccolta delle adesioni, selezione, formazione, accoglienza per il periodo di tirocinio previsto e formazione in cantiere che diventeranno veri e propri “cantieri scuola”.
Gli interlocutori privilegiati di questo progetto sono organismi istituzionali e soggetti privati:
– Gli Istituti superiori per la ricerca e la selezione dei partecipanti;
– La Prefettura di Salerno ed i Centri di accoglienza per orientare e definire le attività rivolte ai lavoratori stranieri.

L’impegno di Ance Aies Salerno è rendere il Comparto delle costruzioni un’attrattiva per i giovani e adattarsi rapidamente al mutato scenario espansivo post pandemia.
Può rappresentare un’importante opportunità anche per giovani immigrati, che potranno formarsi, qualificarsi ed inserirsi nel mondo delle imprese di costruzione, un settore che offre garanzie occupazionali e di crescita individuale.
“Il nostro è un progetto ambizioso, innovativo – afferma il presidente Vincenzo Russo – che consente ai giovani di essere artefici, “costruttori” del futuro. Siamo consapevoli delle difficoltà, ma non possiamo sottrarci a questa sfida e possiamo vincerla solo con la collaborazione di tutti”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.