You are here
Scippatore morso dalla vittima, la ferita lo incastra: finisce a Fuorni Cronaca Provincia e Regione 

Scippatore morso dalla vittima, la ferita lo incastra: finisce a Fuorni

Scippa una catenina a un’anziana ma la donna oppone resistenza e con i denti afferma la mano del malvivente. Tradito dal morso il giovane che aveva sottratto i monili d’oro a una donna. Sono bastati pochissimi giorni di indagini ai militari della stazione di Castel San Giorgio, sotto il coordinamento della Compagnia di Mercato San Severino agli ordini del maggiore Alessandro Cisternino , per acciuffare due scippatori che avevano messo a segno due colpi ai danni di altrettante persone anziane. In manette è finito un trentenne di Castel San Giorgio, già noto alle forze dell’ordine, mentre il suo complice, un diciottenne incensurato sempre di Castel San Giorgio, è stato denunciato a piede libero. Il primo scippo risale a lunedì sera, in una stradina di periferia di Castel San Giorgio. Nel mirino una donna in là con gli anni. I due malviventi a bordo di uno scooter l’hanno affiancata e le hanno strappato dal collo la catenina d’oro.

La donna nella concitazione del momento è finita a terra riportando fortunatamente solo lievi ferite, giudicate guaribili in pochi giorni. I carabinieri, allertati dai familiari dell’anziana, si sono messi sulle tracce dei due scippatori individuando subito il 18enne e recuperando la catenina che era già stata venduta ad un compro oro di Siano. Anche il complice dell’incensurato è stato subito identificato, rendendosi però irreperibile. Tuttavia il 30enne, mentre il suo complice era stato già individuato e denunciato, ha pensato bene di proseguire da solo l’attività e così, nella mattinata di mercoledì, ha tentato un nuovo colpo a Roccapiemonte, nella centralissima via Roma. Verso le 8.40 a volto scoperto, ha sorpreso di spalle una donna che stava rientrando nel portone della sua abitazione e l’ha spinta violentemente contro il cancello nel tentativo di strapparle le due catenine d’oro che aveva al collo. Le urla della donna ed un morso sferrato allo scippatore hanno costretto il giovane alla fuga.

Dopo poco è stato subito rintracciato dai carabinieri nei pressi della sua abitazione. Il 30enne di Castel San Giorgio ha tentato la fuga ma i carabinieri sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo: nel corso dei controlli, poi, è emerso come sul braccio dello scippatore era ancora evidente il segno dei denti lasciato dalla sua ultima vittima. Il giovane, dunque, dopo le formalità del caso, è stato trasferito a Fuorni.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi