You are here
Scandalo falsi diplomi, indagati 20 bidelli salernitani Cronaca Primo piano Provincia e Regione 

Scandalo falsi diplomi, indagati 20 bidelli salernitani

Aperti fascicoli d’indagine a carico di bidelli per cui si sospetta il reato di falso. Secondo quanto si apprende, i collaboratori scolastici avrebbero presentato al momento dell’assunzione un diploma di scuole di formazione non parificate. L’Ufficio scolastico della Campania ha collaborato negli ultimi mesi con le scuole del Veneto su segnalazione di diplomi di qualifica sospetti. E da gennaio ad oggi le Procure del Veneto hanno messo sotto torchio già 20 bidelli salernitani che adesso risultano indagati. Le inchieste sono condotte dalle Procure della Repubblica di Padova, Verona, Vicenza e Venezia, ovvero nelle province dove sono scattati gli accertamenti. Nel corso delle prime verifiche partite a gennaio scorso erano emerse una serie di irregolarità sulle dichiarazioni dei bidelli che riuscivano a ottenere supplenze senza averne titolo. Le segreterie venete hanno così chiesto così informazioni al Provveditorato di Salerno che, su disposizione della direzione generale dell’Ufficio scolastico campano, ha fornito «decisivi» chiarimenti. I bidelli finiti nel mirino avevano presentato diplomi mai conseguiti, nessuno dei collaboratori aveva sostenuto l’esame finale e le prove di Stato. Insomma il certificato di diploma era un falso. E talvolta recava nomi di presidi e funzionari di segreteria nei certificati sostitutivi. Le scuole a quanto si apprende hanno agito da subito in autotutela sospendendo i contratti a tempo determinato dei bidelli salernitani che erano emigrati in Veneto per trovare lavoro. Tra i bidelli di Salerno adesso sotto torchio ci sarebbe anche una coppia dell’Agro nocerino che ha cercato fortuna al nord. Il Provveditorato di Salerno ha collaborato «attivamente» con le scuole venete e con gli inquirenti che adesso hanno elementi utili alle indagini. (fonte L’Occhio di Salerno)

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi