You are here
Salerno, “Pompe bianche”: blitz dei doganieri con sequestro di gasolio adulterato Cronaca 

Salerno, “Pompe bianche”: blitz dei doganieri con sequestro di gasolio adulterato

Maxi sequestro  di gasolio adulterato in tutta Italia, scoperto un lucroso raggiro che vedeva protagonisti anche molte pompe bianche della provincia di Salerno. Epicentro delle operazioni la Campania, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e la Toscana. Gli ispettori dell’agenzia delle Dogane e Monopoli hanno misurato il livello di carburante presente nei serbatoi di diversi distributori, anche in provincia di Salerno, e dai quali hanno anche prelevato dei campioni in contraddittorio con i gestori. Le relative analisi, effettuate dai laboratori chimici mobili dell’Agenzia, hanno confermato che si trattava di carburante non conforme alle previste specifiche commerciali che deve avere il gasolio. I funzionari delle Dogane hanno proceduto, di volta in volta, alla verbalizzazione delle contestazioni e al sequestro di diversi quintali di gasolio, apponendo specifici sigilli sui serbatoi di stoccaggio e sulle pompe di erogazione. L’operazione scaturisce da una direttiva interna finalizzata all’esecuzione di controlli operativi sui depositi commerciali di carburanti che- scrive la Città-, nel corso di quest’anno, hanno emesso e-Das (documenti elettronici di accompagnamento di prodotti assoggettati ad accisa) per quantitativi di benzina e di gasolio incongruenti con quelli ricevuti.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.