You are here
Salerno, blitz nel centro storico: chiuso un locale Cronaca Primo piano 

Salerno, blitz nel centro storico: chiuso un locale

Mentre i gestori della movida salernitana denunciano di essere criminalizzati e trovano nell’assessore al Commercio, Dario Loffredo , una sponda pronta ad ascoltare le loro istanze, il presidente della Regione, Vincenzo De Luca , invece, ribadisce la linea dura e intransigente contro le imprese del divertimento notturno che non rispettano le leggi. Posizione, quella dell’ex sindaco, che trova ampio sostegno nel numero uno del settore Attività produttive e super dirigente del Comune, Alberto Di Lorenzo , da tempo in contrapposizione con l’assessore al ramo sui problemi della “movida”. Intervenendo a Liratv sulla tragedia della discoteca di Corinaldo, il presidente De Luca ribadisce la linea di fermezza a sostegno di controlli serrati. «Tutti questi locali – sottolinea – sono le piazze dello spaccio di droghe di vario tipo e di super alcolici per ragazzini di 12 13 anni. Tutto nella totale illegalità e senza un controllo da parte di gestori irresponsabili che pur di fare un po’ di soldi non esitano a rovinare la vita e la salute dei ragazzini»; alcuni dei quali arrivano «nei pronto soccorsi dei nostri ospedali in coma etilico». Nessuna tolleranza, dunque, anche per chi supera la capienza, come invece auspicava l’assessore Loffredo: «L’eccesso di presenze nei locali, totale indifferenza ai problemi di sicurezza sono degenerazioni ». Dunque controlli serrati in materia di sicurezza. E proprio ieri sera è scattato un nuovo blitz nei locali del centro storico di Salerno. In azione, ancora una volta, i carabinieri del Nas insieme alla task force con vari reparti dell’Arma e con la collaborazione dell’Asl Salerno e la polizia municipale salernitana. Fino a tarda sera sono stati verificate attività ristorazione, anche da asporto, pizzerie, rosticcerie, salumerie e bar. Questa mattina continueranno le verifiche dei militari e degli agenti della polizia municipale. Gli uomini coordinati dal maggiore Vincenzo Ferrara, comandate del nucleo antisofisticazione e sanità, hanno chiuso un locale, non lontano dal duomo, e stanno verificando il da farsi per altri. I carabinieri hanno verificato in particolare le misure igienico- sanitarie e strutturali dei locali e lo stato di conservazione di cibi, oltre alle autorizzazioni amministrative possedute, pure per l’occupazione del suolo pubblico. Fonte: La Città di Salerno

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi