You are here
Roberto De Luca «Salerno motore di sviluppo e crescita del territorio» Politica 

Roberto De Luca «Salerno motore di sviluppo e crescita del territorio»

«Salerno? Rispetto a tante altre realtà del Mezzogiorno, e soprattutto rispetto agli altri comuni della Campania ha retto il colpo della forte crisi degli ultimi anni, e in prospettiva sta continuando a crescere sul territorio».

Ad affermarlo Roberto De Luca presidente dell’Associazione Articolo 41 ed ex assessore al bilancio del Comune di Salerno. L’analisi è stata effettuata nel corso di un convegno svoltosi ieri presso la Camera di Commercio di Salerno.

Roberto De Luca ha commentato, tra le altre cose, i dati elaborati e incrociati della Svimez e della stessa Camera di Commercio riguardante i livelli di sviluppo territoriale, inteso sia come investimenti sia come occupazione sul territorio della città e della provincia di Salerno.

Dati che danno «la provincia di Salerno in recupero rispetto al periodo di crisi». Ad ascoltare in prima fila anche il governatore della Campania Vincenzo De Luca. «Nuove prospettive per occupazione e sviluppo locale. Le sfide della competizione per il Sud e la provincia di Salerno»: questo il titolo dell’incontro

«La provincia di Salerno – spiega Roberto De Luca – recupera in termini di occupazione lo stato pre crisi». Tra il 2016 e il 2017, ad esempio, Salerno recupera lo 0,08%, rispetto al 2,28% della Campania e all’1,16% dell’Italia. Se a perdere sono l’industria, le costruzioni e il commercio, a recuperare, sempre a Salerno, sono l’agricoltura (+4,5%) e, soprattutto, i servizi (+16.4%). «C’è una terzializzazione dell’economia», spiega De Luca, che evidenzia anche la crescita di alloggio e ristorazione, con «la provincia al settimo posto in Italia».

Altro dato quello che riguarda le start up: «Salerno è nella top ten per le start up innovative», dice l’ex assessore. I dati parlano di 172 start up innovative per l’1,83% sul totale nazionale. Dati che collocano la città di Arechi e la sua provincia all’ottavo posto in Italia. In ripresa che l’export, con 2,5 miliardi, trainato dalla filiera agroalimentare. Infine, dati incoraggianti arrivano anche dal turismo, con una «media di spesa pro capite superiore a quella nazionale, 115 euro al giorno sui 105».

«Napoli e Roma, pur essendo metropoli importanti, hanno perso la loro spinta propulsiva e non sono state in grado di attivarla con la cintura metropolitana. Questo è un errore che non dobbiamo commettere a Salerno. Dobbiamo fare un ultimo scatto di consapevolezza – dice De Luca (come riportato da Giovanna Di Giorgio su Il Mattino) – II concetto di grande Salerno è già nelle cose, dobbiamo gestirlo al meglio e cavalcarlo. C’è per questo bisogno di uno sforzo importante anche del privato. Se non scommettiamo noi sul nostro territorio non lo faranno gli altri».

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.