You are here
Raggiri nell’era del covid 19, “Signora, devo farvi un prelievo di sangue”: anziana mette in fuga una truffatrice Provincia e Regione 

Raggiri nell’era del covid 19, “Signora, devo farvi un prelievo di sangue”: anziana mette in fuga una truffatrice

Tentano di raggirare un’anziana ma il colpo non riesce. A un’arzilla 94enne di Agropoli arriva una telefonata intorno all’una di notte di ieri. Dall’altra parte, una voce femminile, la quale comunica alla vittima presa di mira che l’indomani si sarebbe recata presso la sua abitazione per farle un prelievo di sangue per l’emergenza covid 19. La nonnina, in un primo momento pensa possa trattarsi di uno scherzo, poi però chiama la figlia per informarla dell’accaduto e per riferirle che la donna al telefono, pare con accento straniero, le ha dato appuntamento per l’indomani mattina, alle 8.30. Al mattino, all’orario indicato, riceve una nuova chiamata: è sempre la medesima voce femminile, che chiede conferma per quell’appuntamento. L’anziana risponde allo stesso modo che in nottata, ovvero che non ha chiesto alcun tipo di appuntamento per il prelievo del sangue e liquida l’interlocutrice. L’aspirante truffatrice però non si arrende e dopo circa mezz’ora fa seguire un’altra chiamata nella quale dice alla 94enne che è in attesa di salire presso la sua abitazione e che è fuori dalla stessa da almeno due ore. A quel punto, vengono avvertiti i carabinieri della locale Compagnia, diretta dal capitano Fabiola Garello . Una pattuglia – scrive la Città-si reca presso l’abitazione dell’anziana: i militari reperiscono le informazioni del caso e avviano le indagini. Tutte le chiamate, da parte del mittente, sono state operate con lo “sconosciuto” quindi omettendo il numero telefonico. In ogni caso, i militari dell’Arma sono al lavoro per reperire, tramite l’operatore telefonico, il numero del chiamante al fine di dare un volto e un nome a questa persona. Non si sa se la stessa abbia agito da sola o ci sia una regia di altre persone dietro la stessa. Ma è molto probabile che l’appuntamento avesse lo scopo di intrufolarsi nella casa dell’anziana, che vive da sola, per “spillarle” soldi. Truffa però sventata dalla lucidità della nonnina.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi