You are here
«Quel testamento è da annullare»: medico e due familiari a processo Primo piano Provincia e Regione 

«Quel testamento è da annullare»: medico e due familiari a processo

Avrebbero tentato di dimostrare l’incapacità di «giudizio» di un uomo di oltre 70 anni, per invalidare un testamento che era stato redatto a favore di una donna straniera. E lo avrebbero fatto con la complicità presunta di un medico e di due falsi testimoni. Sono stati tutti mandati sotto processo ora, dopo l’udienza preliminare celebrata dal gup presso il tribunale di Nocera Inferiore. Sullo sfondo di un’indagine condotta dal sostituto Gaetana Amoruso, c’è il testamento redatto a favore di una donna, dinanzi ad un notaio. Un documento che rappresentava – pare – le volontà di un uomo di oltre 70 anni, poi deceduto. Stando alle accuse, falsità ideologica commessa in certificati e uso di atto falso in concorso, tre persone (due familiari del defunto e un medico) avrebbero prodotto tre certificati dove fu specificato che l’anziano fosse portatore di patologie tali da «non consentire una normale attività critica e di giudizio», di «escludere la capacità di svolgere gli atti quotidiani della vita». (fonte: ilmattino.it)

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi