You are here
Premio “Matteo Senatore”, tutti i riconoscimenti Altri sport Sport 

Premio “Matteo Senatore”, tutti i riconoscimenti

La sala “Torre” di palazzo Sant’Agostino ha ospitato la decima edizione del premio “Matteo Senatore”, che ha inteso ricordare una vera e propria istituzione della pallavolo salernitana, scomparsa qualche anno fa. Il figlio Luigi, supportato dai fratelli Vincenzo e Antonio, dalle sorelle Anna e Rosaria, unitamente ad alcuni amici, si è adoperato nell’organizzazione, affinché tutto si svolgesse nel migliore dei modi. Presenti pure l’assessore comunale allo sport Angelo Caramanno e Massimo Pessolano, presidente del comitato territoriale di Salerno della Federvolley. Il giornalista Roberto Guerriero ha dettato i tempi dell’evento, momento di celebrazione per i premiati, ma anche di ricordo di Don Matteo Senatore. Il premio alla carriera è stato appannaggio di Vito Faenza, giornalista originario di Eboli, ma aversano d’adozione. Il premio riservato agli atleti è stato assegnato ad Alfredo Frauenfelder che ha giocato anche in A/2 ed a Donatella Napoli, con trascorsi importanti in B/1 a Salerno. Il premio alla società è stato assegnato al Cs Pastena, lo hanno ritirato un commosso Rosario Baccaro, che ha speso una vita intera al servizio della pallavolo ed il figlio Massimiliano. Luigi De Concilio ha ricevuto il premio riservato all’arbitro, appassionatosi al volley, abitando nei pressi della palestra del “Vestuti”, poi dedicata a Don Matteo Senatore, che lì era di casa. Antonio Bernardo ha meritato il premio riservato al dirigente, riuscendo, negli anni scorsi, a contribuire alle migliori fortune della squadra femminile di Pontecagnano, targata Cogemal e Lavoro.Doc, promossa in A/2. Il premio all’allenatore è stato conferito a Michele Di Ruocco, vera anima del Cus Salerno, spesso al seguito del padre Giovanni, degli zii Gino e Carlo che con Don Matteo, fondarono l’Indomita Salerno, sodalizio in procinto di festeggiare i settant’anni dalla fondazione. “Sono ancora emozionato e soddisfatto di come è andata la manifestazione – il commento di Luigi Senatore – per me è un modo di ricordare papà, con gli aneddoti delle persone che lo hanno conosciuto, ma pure l’occasione per dare un attestazione di stima a coloro che si sono distinti nel mondo della pallavolo. Stavolta ho ideato una pergamena speciale e mi fa piacere che è stata apprezzata. Come famiglia Senatore, stiamo pure collaborando con la dirigenza dell’Indomita, predisponendo un notevole gruppo di foto storiche per celebrare degnamente il settantesimo compleanno della società fondata da papà, insieme con degli amici.” (fonte Salerno Sera)

mm

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi