You are here
POST VIOLENTI E AGGRESSIVI. L’ENALCACCIA SALERNO DIFFIDA IL COMUNE DI NOCERA SUPERIORE Attualità 

POST VIOLENTI E AGGRESSIVI. L’ENALCACCIA SALERNO DIFFIDA IL COMUNE DI NOCERA SUPERIORE

Post violenti e di pessimo gusto. Il mondo venatorio insorge contro il “Garante per la Tutela degli Animali” del comune di Nocera Superiore, Annalisa Carleo che in un post del 27 Agosto, apparso sul proprio profilo facebook, invitando la cittadinanza del comune dell’agro a recarsi presso l’ufficio elettorale del comune per firmare il referendum contro la caccia, testualmente scrive: “FERMIAMO QUESTI ASSASSINI AUTORIZZATI”. Ancora più esplicito un successivo post (sempre del 27 Agosto ndr) dove, nel pubblicare un video contro la caccia, scrive: “ECCOLI GLI STUPRATORI DELLA NATURA”.  Unanime lo sdegno del mondo venatorio, sbigottito dalla violenza utilizzata sa un rappresentante delle istituzioni nei confronti di una categoria, quella dei cacciatori, che legittimamente esercita l’attività. A tutela del buon nome del mondo venatorio è così scesa in campo l’Enalcaccia Salerno nella persona del presidente Dino Torre che ha diffidato, in una missiva indirizzata direttamente al comune di Nocera Superiore, a porre rimedio all’inaccettabile gaffe istituzionale.
“Un rappresentante delle Istituzioni – si lege nella nota inviata alla stampa – deve essere SUPER PARTES in quanto rappresenta tutti i cittadini del Comune, cacciatori compresi. I cacciatori di Nocera Superiore e cittadini comuni si sono rivolti alla Nostra Associazione esprimendo disagio ed incredulità per le frasi gravi ed offensive scritte da un rappresentante delle Istituzioni ed invocando tutela. La signora Carleo in ogni suo post utilizza una terminologia offensiva, scurrile e volgare, con continue allusioni a fatti o cose del tutto sconvenienti e per niente adatti al ruolo che riveste. La sensibilità e l’equilibrio morale di una persona è riscontrabile in ogni suo comportamento; i cacciatori sono persone perbene, con la fedina penale integra e meritano rispetto ed educazione. Chi non è in grado di rispettare gli esseri umani non può rispettare gli animali.  L’ENALCACCIA DI SALERNO – riservandosi di agire in sede legale a tutela del mondo venatorio e dei suoi tesserati – nella persona del suo Presidente, il PROF. DINO TORRE invita e diffida l’Amministrazione Comunale e la signora Annalisa Carleo a modificare il proprio comportamento, a moderare i termini ed i modi utilizzati nei confronti della categoria dei Cacciatori e ad astenersi da giudizi, commenti e allusioni gravemente lesivi della onorabilità del mondo venatorio”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.