You are here
Pedopornografia, sotto torchio il 55enne di Serre Cronaca Provincia e Regione 

Pedopornografia, sotto torchio il 55enne di Serre

C’è attesa per l’interrogatorio nel carcere di Vallo della Lucania (penitenziario per chi si macchia di reati sui minori, specie quelli sessuali) per l’uomo di 55 anni incastrato per possesso di materiale pedopornografico. Il cittadino, peraltro molto noto sul web per via delle sue seguitissime dirette Facebook e della partecipazione a importanti programmi televisivi nazionali, è originario di Serre. A seguito dell’operazione eseguita dalla Polizia postale, è attualmente al vaglio degli inquirenti il materiale di cui l’uomo è stato trovato in possesso, comprensivo di video e fotografie che avevano per protagonisti dei minorenni, se non in alcuni nei casi dei neonati. Immagini a dir poco disturbanti, con bambini di quattro, cinque, sei anni violentati da adulti o comunque coinvolti in scene dal contenuto esplicitamente sessuale, hanno dato vita allo scenario inquietante con cui si sono confrontati gli uomini agli ordini dell’ispettore Antonio Buglione e della collega Roberta Manzo , che sono riusciti a identificare il 55enne F. N. di Serre.

Un’attività investigativa lunga e articolata, iniziata addirittura negli Stati Uniti, riguardando proprio lo scambio di materiale pedopornografico. Il soggetto, stando agli elementi raccolti dalla Polizia postale, scambiava immagini e filmati con persone di tutto il globo. Erano a lui riconducibili circa 200 video e ben 1.500 fotografie riportate alla luce nel corso delle indagini che hanno preceduto l’arresto dell’uomo di Serre. A coordinare l’inchiesta il pubblico ministero Francesca Fittipaldi della Procura di Salerno, con la segnalazione partita dall’America e la collaborazione fondamentale tra Polizia postale e delle comunicazioni di Roma- scrive la Città-, Polizie di stati esteri e Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online (Cncpo). Man mano si è riusciti a risalire alla rete di contatti che il 55enne intratteneva con persone di altri Paesi, utilizzando account fittizi e partecipando a tutti gli effetti a una grande rete internazionale per lo scambio pedopornografico. Nei giorni scorsi l’arresto del 55enne indagato, trasferito al carcere di Vallo della Lucania in attesa di essere sentito dal giudice che ha emesso l’ordinanza.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi