You are here
Parte in via sperimentale la ZTL in alcune strade del centro cittadino di Pagani Provincia Provincia e Regione 

Parte in via sperimentale la ZTL in alcune strade del centro cittadino di Pagani

Parte in via sperimentale la ZTL in alcune strade del centro cittadino paganese. Ha il via l’iter per mettere in funzione la zona a traffico limitato nel centro cittadino, che permetterà di migliorare notevolmente la vivibilità delle strade centrali, godersi maggiormente il passeggio e incentivare l’economia locale.
Un progetto sviluppatosi negli anni, non senza difficoltà, che ora finalmente prende forma grazie al lavoro della squadra del sindaco Lello De Prisco, in particolare l’assessore alla Ztl, Pietro Sessa e l’assessore alla viabilità, Veronica Russo, e degli uffici comunali, in sinergia con la polizia municipale.

Da oggi i residenti delle strade di seguito indicate potranno inoltrare autorizzazione per avere l’accesso alla zona a traffico limitato con il proprio veicolo, presentando apposita istanza,su cui dovranno indicare nome e cognome, luogo di nascita, indirizzo di residenza, n. civico, numero di targa del veicolo, da indirizzarsi via mail a [email protected]

Il regolamento sul transito e la sosta dei veicoli a motore (autovetture, autocarri, motoveicoli e ciclomotori) nell’ambito della Zona a Traffico Limitato (Z.T.L) e la modulistica sono disponibili al seguente indirizzo: ????www.comunedipagani.it/comunicati/2022/avviso_ZTL/AVVISO_PUBBLICO_censimento_ZTL.pdf

Le strade che al momento saranno interessate sono via Mangino dal n. Civico 21 all’incrocio via Marconi, via Marconi, piazza Samt’Alfonso. Via Cesarano dall’incrocio Ammaturo/Tramontano all’incrocio piazza Sant’Alfonso, via De Rosa, corso Ettore Padovano.
Non solo i residenti delle strade indicate dovranno inviare l’istanza. Nella sezione modulistica del sito istituzionale sono visibili e scaricabili tutti i moduli specifici idonei alle singole esigenze di chi dovrà percorrere le strade che saranno interessate da Ztl.

I permessi si dividono in permanenti di transito e sosta, permanenti di solo transito (di durata massima di tre anni, poi rinnovabili) e temporanei di transito e sosta (di durata massima di 90 giorni). Coloro che riceveranno assenso alla domanda presentata saranno tra le targhe inserite nella “lista bianca”, quindi autorizzate, che pur essendo intercettate dai varchi non correranno rischio di esser sanzionati, nel rispetto del permesso ricevuto

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.