You are here
Paestum capitale con la Borsa mediterranea del turismo archeologico Turismo ed Eventi 

Paestum capitale con la Borsa mediterranea del turismo archeologico

Partita la 22esima edizione della Borsa mediterranea del Turismo archeologico, che da ieri si svolge a Paestum, presso il Centro Espositivo Savoy Hotel (via Poseidonia), la Basilica paleocristiana dell’Annunziata, il Museo archeologico nazionale del Parco archeologico fino a domenica 17. Promossa e sostenuta da Regione Campania, Città di Capaccio Paestum, Parco archeologico di Paestum, ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli, la Bmta si conferma un format di successo, testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali quali Unesco, Unwto e Iccrom: per quattro giorni sarà l’occasione di incontro e di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale e al patrimonio per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati, oltre che opportunità di business con il Workshop con i Buyer esteri selezionati dall’Enit e i Buyer nazionali dell’offerta del turismo culturale ed archeologico  Intenso il programma dell’evento che proporrà, fino a domenica, 12 eventi, 70 conferenze e incontri, con la partecipazione di 300 relatori e 100 operatori dell’offerta. Tra gli appuntamenti in programma per oggi , la conferenza di apertura (Sala Nettuno dal Savoy Hotel dalle 10,30 alle 12), con il sindaco di Capaccio Paestum Francesco Alfieri, il direttore del Parco Archeologico di Paestum Gabriel Zuchtriegel, il vescovo di Vallo della Lucania monsignor Ciro Miniero, il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese, il presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino. Alla Conferenza, coordinata dal direttore della Borsa Ugo Picarelli, interverranno Mounir Bouchenaki (consigliere speciale del direttore generale Unesco), Alessandra Priante (direttore Regione Europa Unwto, Corrado Matera (assessore Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania). Incentrato su “Il giornalismo dei Beni Culturali” il corso di formazione in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania, coordinato dal presidente Ottavio Lucarelli, (Sala Nettuno, 12·16), con gli interventi di Antonio Lampis Direttore generale musei del ministero dei Beni culturali, Eva Degl’Innocenti (direttore Museo archeologico nazionale di Taranto), Paolo Giulierini (direttore Museo archeologico nazionale di Napoli), Carmelo Malacrino (direttore Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria), Massimo Osanna (direttore generale Parco Archeologico di Pompei), Fabio Pagano (direttore Parco Archeologico dei Campi Flegrei), Francesco Sirano (direttore Parco archeologico di Ercolano), Gabriel Zuchtriegel (direttore Parco archeologico di Paestum). I tour operator italiani, specialisti nel turismo archeologico della destinazione Italia – DaVinci Travels, Far East Viaggi, I Viaggi di Maurizio Levi, Il Tucano Viaggi Ricerca, Kel12 Tour Operator – per la prima volta protagonisti nel Salone Espositivo e buyer al Workshop tra la domanda estera e gli operatori dell’offerta del turismo culturale, interverranno alla Conferenza “ArcheoIncoming” dedicata al ruolo del turismo archeologico per lo sviluppo dei territori. L’incontro dal titolo “L’incoming del turismo archeologico: opportunità per lo sviluppo locale dei territori” (Sala Nettuno ore 16·19) in collaborazione con ENIT Agenzia Nazionale del Turismo, sarà anche l’occasione per presentare la ricerca “Patrimonio archeologico e turismo”, anteprima della XXIII edizione del Rapporto sul Turismo Italiano a cura di CNR/IRISS, su cui relazionerà Gavino Maresu già docente di Gestione delle imprese e degli eventi turistici dell’Università di Genova. Gli archeoincontri  sin da ieri  prevedono le presentazioni degli itinerari archeologici dei Paesi esteri espositori Estonia, Slovacchia, Polonia. Per gli “Incontri con i Protagonisti” il Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale della Campania Giampaolo Brasili racconta al grande pubblico, Scuole e Università “I 50 Anni del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale” (Basilica ore 12.15 · 13.00) con Mario Caligiuri Presidente Società Italiana di Intelligence e Direttore del Master in Intelligence dell’Università della Calabria. Tra le iniziative della Bmta volte a offrire un’opportunità di orientamento e di approfondimento per le Scuole Secondarie Superiori Archeoexperience, i laboratori di Archeologia Sperimentale sulle tecniche utilizzate dall’uomo nel realizzare i manufatti di uso quotidiano che saranno per la prima volta all’interno del Museo (da ieri a sabato 16 novembre ore 10·18), e ARCHEOLAVORO, l’orientamento post diploma e post laurea con la presentazione dell’offerta formativa a cura delle Università presenti nel Salone (Basilica, da ieri a sabato ore 9.30·11.30). Da oggie fino a domenica (giovedì-sabato dalle ore 10 alle 19 e domenica dalle ore 10 alle 13) presso il Museo il pubblico della Bmta potrà visitare ARCHEOVIRTUAL, l’innovativa Mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali, realizzata in collaborazione con l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale del CNR. Con i suoi 100 espositori di cui 20 Paesi esteri, la Borsa è sede del primo e più grande Salone espositivo al mondo dedicato al patrimonio archeologico. Numerosi gli espositori presenti per la prima volta: – Città Metropolitana di Reggio Calabria con il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, Comune di Crotone con Crotone Sviluppo, Regione Marche con Confturismo Marche Nord, Le Navi Antiche di Pisa, Rete Museale della Provincia di Grosseto “Musei di Maremma” e Ambito Territoriale Turistico Maremma Toscana – Area Nord e Area Sud, Toscana Terra Etrusca, Visit Romagna; – a livello internazionale: l’Agenzia di Strategia Turistica delle Isole Baleari e Icomos Cina; numerosa la presenza dell’America Latina con Colombia, Cuba, Guatemala, Perù. Trenitalia, vettore ufficiale, riserverà ai visitatori il 30% di sconto su Frecce e Intercity. Inoltre, fino a domani sarà possibile raggiungere Paestum a bordo di un treno storico con le carrozze “Centoporte” degli anni ’30, trainate da una locomotiva elettrica degli anni ’60 in livrea d’origine, con l’ArcheoTreno della Fondazione FS da Napoli, da Pompei e da Salerno; inoltre, per chi volesse raggiungere il Parco Archeologico di Elea Velia il treno storico partirà da Paestum alle ore 12.23 nei giorni 14 e 15 novembre (riservato alle scuole, arrivo alle 12.53) e alle ore 11.16 sabato 16 novembre (arrivo alle 11.45). Nei 4 giorni della Borsa, per i visitatori dell’evento non solo ingresso gratuito al Parco Archeologico di Paestum, ma per la prima volta anche al Parco Archeologico di Elea Velia, al Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano e alla Certosa di San Lorenzo di Padula.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi