You are here
Operazione Febbre dell’oro nero, revocati i domiciliari per l’autista Luigi Impembo Provincia Provincia e Regione 

Operazione Febbre dell’oro nero, revocati i domiciliari per l’autista Luigi Impembo

Operazione ‘Febbre dell’oro nero’ nel Vallo di Diano,  confermati  gli arresti domiciliari per tutti, tranne per il 51enne Luigi Impembo di Roccadaspide, difeso dall’avvaocato Mario Valiante, che ha ottenuto l’attenuazione della misura cautelare, trasformata così nell’obbligo di dimora a Roccadaspide con permessi per recarsi a lavoro. Impembo, durante l’interrogatorio, si è mostrato molto collaborativo con gli inquirenti, spiegando di essere completamente estraneo a qualsivoglia associazione per delinquere e quindi all’oscuro degli affari della società per la quale lavora, chiarendo così la sua posizione in merito ai due capi d’imputazione che lo coinvolgono, ovvero il tenore ed il contenuto delle intercettazioni che lo riguardano. Attraverso i propri legali tutti gli autisti coinvolti, compreso Impembo, hanno preannunciato comunque ricorso al Riesame per chiedere la revoca delle misure restrittive disposta dal gup su richiesta del pm Vincenzo Montemurro, ex sosittuto procuratore della Dda di Salerno.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi