You are here
Oggi si celebrano i 20 anni del riconoscimento Unesco alla Costiera Amalfitana Turismo ed Eventi 

Oggi si celebrano i 20 anni del riconoscimento Unesco alla Costiera Amalfitana

Da vent’anni, ormai, la Costiera Amalfitana è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Oggi pomeriggio alle 16, presso la Chiesa di Santa Maria della Pietà a Furore, si svolgerà la manifestazione per celebrare questo ventennale. L’evento riveste per il territorio un importante momento di riflessione su cosa ha rappresentato in questi venti anni tale riconoscimento non solo per l’attività di tutela dei caratteri di unicità del territorio stesso ma soprattutto per la presa di coscienza da parte della popolazione locale della complessità del luogo abitato. 

La manifestazione prevede, dopo i saluti istituzionali da parte del Presidente della Conferenza dei Sindaci Costa d’Amalfi Giovanni Di Martino, del Presidente della Comunità Montana Monti Lattari Luigi Mansi, della Soprintendente ai beni archeologici, alle Belle Arti e al Paesaggio per le Province di Salerno e Avellino Francesca Casule, e del Presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali Alfonso Andria, un primo momento caratterizzato dalle testimonianze di coloro che nel 1997 guidavano le istituzioni che proposero la candidatura della Costiera Amalfitana alla World Heritage List, Raffaele Ferraioli, all’epoca Presidente della Comunità Montana Penisola Amalfitana, e Ruggero Martines, allora Soprintendente BAAS per Salerno e Avellino. Questa parte dei lavori vedrà la partecipazione di Mounir Bouchenaki, special advisor dell’UNESCO.

La seconda parte dei lavori vede focalizzata l’attenzione sullo strumento di gestione che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo ha richiesto a tutti i siti italiani di vecchio e nuovo riconoscimento, in ottemperanza a quanto voluto dall’UNESCO a partire dal 2004 a tutti i siti di nuova candidatura. Il piano di gestione per il sito della Costiera, redatto dal Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali su indicazione della Comunità Montana e della Soprintendenza, sarà presentato da Ferruccio Ferrigni, Coordinatore delle attività del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali e Direttore Scientifico del Piano, e da Maurizio Di Stefano, Presidente emerito dell’ICOMOS, advisory body dell’UNESCO. Seguiranno le testimonianze dei Sindaci dei 15 comuni inseriti nel sito UNESCO Costiera Amalfitana, che porteranno la loro esperienza nel governo di un territorio così ricco di unicità ma anche così fragile nel suo equilibrio di paesaggio culturale, mix creato dall’intervento dell’uomo sulla componente naturale. L’Ambasciatore Francesco Caruso, Consigliere del Presidente della Regione Campania per i Rapporti Internazionali e UNESCO, concluderà i lavori, fornendo indicazioni preziose sul futuro di territori complessi e tutelati come i siti UNESCO.

 

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi