You are here
Nocera Inferiore, campagne elettorale al veleno: sospetti su una presunta riunone in ospedale, D’Alessandro va in procura Politica Provincia Provincia e Regione 

Nocera Inferiore, campagne elettorale al veleno: sospetti su una presunta riunone in ospedale, D’Alessandro va in procura

Ombre e sospetti su una presunta riunione tra un candidato sindaco, il direttore sanitario dell’ospedale di Nocera Inferiore e alcuni primari. Tanto da spingere il candidato sindaco Giovanni D’Alessandro a predisporre una denuncia alla Procura della Repubblica, “per verificare se vi siano profili di illiceità”. “I miei legali – ha detto D’Alessandro – invieranno una nota anche al prefetto di Salerno e all’Asl Salerno. Nel caso questa notizia fosse vera il direttore sanitario dell’Umberto I, Maurizio D’Ambrosio, deve rassegnare immediatamente le sue dimissioni”. “Non è pensabile – ha aggiunto D’Alessandro – che la salute dei cittadini diventi merce elettorale per uno dei candidati a sindaco, mettendo pressione anche sui primari ospedalieri che sono a termine (i cosiddetti “art. 18”), perennemente “sotto schiaffo” del potente politico di turno che gestisce la sanità regionale>>.
D’Alessandro ha anche chiesto di far luce su una riunione che si sarebbe tenuta lo scorso anno in un bar della città tra “lo stesso candidato, un importante esponente regionale e lo stesso direttore sanitario che, nelle medesime ore, avrebbe disertato un incontro ufficiale con i sindaci delle due Nocera, così come denunciato da un consigliere comunale”. “In questa iniziativa – ha sottolineato il candidato della coalizione Nocera al Centro – non c’è nessuna strumentalizzazione elettorale ma solo l’esigenza di tutelare i diritti dei cittadini, che devono essere curati al meglio da una struttura che deve lasciare fuori qualsiasi tipo di manovra politica. Non si può giocare sulla salute”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.