You are here
Nocera Inferiore, Antonio Romano: “Stanno svendendo la nostra città” Provincia Provincia e Regione 

Nocera Inferiore, Antonio Romano: “Stanno svendendo la nostra città”

Il candidato sindaco Romano rivela “anche io sapevo di un incontro per l’ospedale che è diventato terra di conquista così come il tribunale”. Anche Antonio Romano entra nella dura contrapposizione tra Giovanni D’Alessandro e Paolo De Maio in merito ad un incontro tra il candidato sindaco del centro sinistra, il direttore sanitario dell’Umberto I, Maurizio D’Ambrosio e alcuni primari dell’ospedale di Nocera. “Nel comizio che ho tenuto al teatro Diana – precisa l’ex sindaco – denunciai un incontro che si era tenuto in un ristorante di San Mauro”. “È cosa nota – ha rincarato la dose Romano – che il Partito Democratico salernitano, grazie a politici come De Maio, ha messo le mani sull’ospedale, che è diventato terreno di pascolo politico del consigliere regionale Franco Picarone e dello stesso Pd”. “I risultati – ha aggiunto – sono sotto gli occhi di tutti, l’ospedale vive una lenta agonia, con reparti in via di smantellamento. Tutto ciò sulle spalle dei nocerini e della gente dell’Agro sarnese nocerino. È una vera vergogna svendere l’identità e la storia di una città per qualche poltrona. D’altronde non mi meraviglia, il Pd nocerino ci regalerà anche il rappresentante della Gori in consiglio comunale. Io e gli amici che mi sostengono ne faremo una battaglia di dignità e di identità. L’ospedale ed il tribunale, da sempre ostacolati dalla classe politica salernitana, non si toccano”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.