You are here
NEGOZIO RAPINATO A PAGANI, SCAMBIATO PER IL GEMELLO: ASSOLTO DOPO 8 ANNI Provincia Provincia e Regione 

NEGOZIO RAPINATO A PAGANI, SCAMBIATO PER IL GEMELLO: ASSOLTO DOPO 8 ANNI

 Assolto dopo 8 anni per non aver commesso il fatto, una rapina avvenuta nel 2014 all’interno di un negozio di via Filettine a Pagani. Per il 41enne P.S.   la procura nocerina aveva chiesto due anni e 6 mesi di reclusione ma il giudice monocratico  ha deciso per il proscioglimento. La vittima aveva riferito di ricordare di essersi trovata di fronte un uomo notando di essere  “alto, bel giovane e con un tatuaggio sul collo”. Quel tatuaggio però non è mai esistito. Anzi esiste ma sul collo di un’altra persona. Il gemello del 41enne . Il colpo di scena è arrivato verso la fine del giudizio stabilito dal gup nel 2019 e quando la vittima ha raccontato in aula di ricordare quell’uomo con un tatuaggio al collo. Dopo l’assoluzione la Procura potrebbe esercitare l’azione penale nei confronti del gemello ma con le indagini da fare e con la prescrizione vicina non sarà facile  consegnare alla giustizia l’autore di quel colpo di via Filettine del  marzo 2014.  Un giovane era entrato nel negozio e dopo aver fatto un acquisto di un euro pagando con una banconota da 20, aveva chiesto di scambiare una banconota da 50 euro e quando con una mossa abile riuscì a distrarre la titolare e la nipote chiedendo altri 20 euro da scambiare, dal bancone sparirono tutti i soldi. A quel punto la donna intimò all’uomo di restituire il denaro che aveva messo in tasca ma rispose che non se ne parlava proprio  e dopo essere salito sulla sua Fiat Panda e nonostante fosse inseguito dalla titolare del negozio e dalla nipote lui non esitò di innestare la retromarcia per investirli. Dopo mesi fu individuato  e denunciato a piede libero. Ora l’assoluzione

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.