You are here
Napoli, si rinnova il prodigio: si è sciolto il sangue di San Gennaro Attualità Provincia e Regione 

Napoli, si rinnova il prodigio: si è sciolto il sangue di San Gennaro

 A Napoli si è rinnovato il miracolo dello scioglimento del sangue di San Gennaro. Alle 17 in punto, dall’altare del Duomo è stato dato l’annuncio dell’avvenuto miracolo con il tradizionale sventolio di fazzoletti bianchi.

La teca, contenente le due ampolle con il sangue del Martire, era nelle mani dell’arcivescovo, Domenico Battaglia. A salutare con gioia l’avvenuto prodigo, mai come quest’anno più atteso è stato l’applauso scrociante dei fedeli e dei tanti devoti del santo giunti da ogni parte.

Quest’anno il sangue era già sciolto prima ancora che le reliquie venissero tirate fuori dalla cassaforte della cappella del Tesoro. Presente oltre all’arcivescovo Domenico Battaglia, l’abate prelato monsignor Vincenzo De Gregorio e le massime autorità a partire dal sindaco Gaetano Manfredi.

Quello di oggi in pratica è uno dei tre miracoli che si rinnovano, solitamente, ogni anno: il 19 settembre, data in cui fu decapitato il martire nel 305 d.C. e dedicato al santo patrono cittadino; il 16 dicembre, nell’anniversario di una terribile eruzione del Vesuvio del 1631 arrestata, secondo credenza popolare, per intercessione del Santo.

Un prodigio che coincide con un periodo particolarmente difficile, come ha sottolineato l’arcivescovo Battaglia legato alla sanguinosa guerra in Ucraina che si spera possa trovare al più presto la via della pace. 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.