You are here
Morto in moto al rione Carmine, la famiglia della vittima parte civile contro l’amico Cronaca 

Morto in moto al rione Carmine, la famiglia della vittima parte civile contro l’amico

Rito abbreviato per F. G., il 20enne salernitano accusato di omicidio stradale per la tragedia in cui nell’ottobre dello scorso anno perse la vita il 18enne battipagliese, Antonio Junior De Sarlo, fratello del capitano della Primavera della Salernitana Pasquale che, in sella alla moto prestatagli proprio dall’amico ora finito sotto accusa, perse il controllo andandosi a schiantare contro un’auto in sosta. La richiesta è stata formalizzata ieri all’esito dell’udienza preliminare nel corso della quale i genitori della vittima si sono costituiti parte civile. Omicidio stradale- scrive il Mattino- è la pesante ipotesi di reato formulata dalla Procura a carico di F.. La tragedia si consumò nella notte tra il 13 e il 14 ottobre dello scorso anno quando De Sarlo, che indossava il casco, giunse nel quartiere Carmine dove, in largo Annibaie Sterzi, perse il controllo del mezzo andandosi a schiantare contro un’automobile parcheggiata. Violentissimo l’impatto: sbalzato dalla sella, il giovane battipagliese finì sull’asfalto sbattendo la testa contro lo spigolo del marciapiede. Per lui non ci fu nulla da fare

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi