You are here
Morte colposa a Polla, il fatto non sussiste: assolti medico e infermiere Provincia Provincia e Regione 

Morte colposa a Polla, il fatto non sussiste: assolti medico e infermiere

“Il fatto non sussiste”. Chiuso il processo presso il Tribunale di Lagonegro a carico del medico Giovanni Rodio e 4 infermieri che all’epoca dei fatti lavoravano presso l’ospedale Luigi Curto di Polla.

La gravissima accusa era quella di omicidio colposo in concorso per la morte di un quarantacinquenne di Sanza, V. L., precipitato da una porta-finestra dell’ospedale nella notte tra il 23 ed il 24 marzo del 2012. Inizialmente la richiesta di rinvio a giudizio aveva coinvolto anche il dottore  Silvio Sanseviero, medico di guardia interdivisionale nella notte dell’evento, che aveva constatato lo stato di confusione e di agitazione del paziente e trattato con un farmaco antipsicotico. Il Giudice dell’udienza preliminare aveva emesso sentenza di non doversi procedere per il dottore Sanseviero ed aveva ritenuto di mandare a processo gli altri imputati. Non essendo emerso alcun elemento a carico degli imputati, l’Ufficio del P.M. ha richiesto nel corso dell’udienza l’immediata declaratoria di non punibilità per tutti gli imputati perché il fatto non sussiste. Il Giudice ha accolto l’istanza ed ha mandato assolti tutti gli imputati. Si chiude così una brutta storia durata 9 anni.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.