You are here
Messaggio del vescovo di Nocera/Sarno Giudice ai fedeli della Diocesi per Pasqua Provincia Provincia e Regione 

Messaggio del vescovo di Nocera/Sarno Giudice ai fedeli della Diocesi per Pasqua

Il messaggio del vescovo della Diocesi Nocers/Sarno per Pasqua

“Quanti di noi pensano che la morte sia l’ultima parola, che una volta sigillato il sepolcro è tutto finito. Anche quelle donne che al mattino di Pasqua vanno verso il sepolcro per ungere il corpo di Gesù forse pensavano così. Ed è in quel momento, in un giardino rinnovato dalle mani di Dio, perché solo Dio poteva pensare la risurrezione, ecco il grande annuncio: Non è qui, è risorto. Qualcheduno ha voluto nascondere questa grande realtà. Qualcheduno ha detto nella storia: il corpo l’hanno rubato, trafugato. Ma essi portano nel cuore la grande certezza: È risorto, non è qui. E Gesù si fa vedere perché adesso deve recuperare i discepoli che si sono perduti. E viene anche dietro di noi, accanto ad ognuno di noi, a chi ha perso una persona cara, a chi è in ospedale, a chi ha seppellito la speranza, a chi è in difficoltà. Il Risorto ci raggiunge, apre le porte del cuore, entra nei nostri cenacoli, si mette a camminare accanto a due delusi, va a chiedere qualcosa da mangiare. Ecco, carissimi, la risurrezione non è un’idea. La risurrezione è una persona. Il Crocifisso è il Risorto. È questo l’annuncio che noi diamo ogni anno. E la Chiesa è la voce di questo annuncio. Vorrei che l’annuncio raggiungesse ogni uomo, specialmente chi vive la sofferenza, la difficoltà, il dolore. E penso anche alle attività che sono ferme per la pandemia. L’annuncio di Pasqua è per ogni uomo, per tutti gli uomini. Annuncio di gioia. Il cuore deve risorgere”.

*Vescovo Nocera-Sarno

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.