You are here
Mamma aggredisce l’insegnante: «Hai picchiato mia figlia» Cronaca Primo piano 

Mamma aggredisce l’insegnante: «Hai picchiato mia figlia»

Amarezza, sconforto. Sono i sentimenti che serpeggiano nella comunità educante del Comprensivo di Giovi-Ogliara, macchiata da un fatto di cronaca spiacevole. La scuola qui è punto di riferimento e legalità. Cuore pulsante di una parte dei rioni collinari che lottano contro il pericolo della dispersione e dello spopolamento. La professoressa di Lettere colpita dalla madre di una allieva delle scuole medie di Ogliara è sotto choc. A fare male alla docente non è stata tanto l’aggressione fisica bensì il gesto del genitore contro la sua figura di educatrice e insegnante. Rammaricata la preside dell’Istituto comprensivo, Ida Lenza, che da due anni guida i plessi collinari di Giovi, Ogliara e San Mango Piemonte con grande abnegazione.

«Siamo addolorati per questo episodio che non può e non deve svilire quanto di buono stiamo facendo per questi quartieri – dichiara la preside Lenza – sarà l’autorità giudiziaria ad accertare i fatti». La professoressa aggredita il 22 ottobre al termine dei consigli di classe è traumatizzata, fa sapere la preside Lenza prontamente relazionata su quanto avvenuto. Ecco la ricostruzione fatta dalla preside Lenza. «Tutto è accaduto al termine dei consigli di classe, era sera – spiega la preside – la madre di una allieva di scuola media ha colpito al volto la professoressa di lettere fuori dalla scuola. La docente aveva già chiesto scusa alla madre per un gesto involontario che aveva riguardato la figlia». E aggiunge: «Durante una visita alle reliquie di San Giovanni Paolo II presso la chiesa di Ogliara, la professoressa ha dichiarato a me di aver colpito involontariamente alla faccia la ragazza, nel voltarsi l’avrebbe colpita. Si sarebbe trattato di un fatto involontario». Fonte: Il Mattino

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi