You are here
Maltempo a Pagani, giornata di duro lavoro per i soccorsi Provincia Provincia e Regione 

Maltempo a Pagani, giornata di duro lavoro per i soccorsi

Quella di ieri è stata una giornata piuttosto dura a Pagani, in cui la pioggia scrosciante ha causato lo straripamento dell’Alveo Comune Nocerino, con esondazione nei pressi del Mannara, pare senza rottura d’argine secondo le forze dell’ordine. Il sindaco De Prisco ha attivato il COC dalle prime ore del mattino presso la sede della Protezione Civile Papa Charlie, con il lavoro sinergico di Vigili del Fuoco, Carabinieri, volontari della Protezione Civile Papa Charlie, Croce Rossa, Polizia Municipale, Vigili del fuoco fluviali del reparto di Napoli. Le maggiori criticità sono state riscontrate in via Mannara, via Migliaro, via Zeccagnuolo, via Filettine, via Termine Bianco, a causa della tracimazione del Mannara.
Nessuna criticità particolare è stata riscontrata al centro della città.
Il sindaco di Pagani si è recato di persona in via Mannara e nelle altre zone con forti criticità già da questa mattina. L’amministrazione tutta ha aiutato le forze dell’ordine in prima persona a gestire l’emergenza come meglio possibile. Durante la giornata il primo cittadino ha effettuato tre videoconferenze con la Prefettura e gli altri sindaci della Provincia di Salerno per fare un punto sull’emergenza. Purtroppo alcune case hanno subito l’allagamento dei piani terra e delle cantine, molte serre si sono allegate. Alcune persone soccorse hanno rifiutato di allontanarsi dalle proprie abitazioni fino alla tarda serata. Quattordici persone sono state evacuate, residenti in via Mannara, via Migliaro e via Zeccagnuolo, chi non sapeva dove andare è stato sistemato in alloggi di accoglienza grazie alla disponibilità della Caritas paganese.
Intanto continua l’attività di vigilanza ed interventi sul territorio dei volontari della Papa Charlie

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.