You are here
L’Istat: il Sud e la Campania pagano il prezzo più alto sull’occupazione per l’emergenza covid Attualità Economia 

L’Istat: il Sud e la Campania pagano il prezzo più alto sull’occupazione per l’emergenza covid

In Campania e nel resto del Mezzogiorno, secondo i dati del rapporto dell’Istat, sono oltre 800mila i posti di lavoro che si sono persi a causa del lockdown e dell’allarme sanitario. Si è registrata una diminuzione degli occupati tra l’inizio di aprile e la fine di giugno di 470.000 unità, che arrivano a 841 mila se si fa il paragone con l’occupazione del secondo trimestre del 2019. Il tasso di occupazione ora è al 57,6%, mentre il tasso di disoccupazione si attesta all’8,3%.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi