You are here
La vita non si compra, nuova mobilitazione degli animalisti salernitani Attualità 

La vita non si compra, nuova mobilitazione degli animalisti salernitani

Nuova mobilitazione da parte degli attivisti di Salerno Animal Save. “La vita non si compra. Il solo fatto che una cosa sia legale non la rende anche giusta” E’ quanto si legge sul manifesto esposto nella mobilitazione di ieri da parte di un gruppo di attivisti, davanti al negozio Zoo Quark di Salerno, via San Leonardo.

“Ciò che gli attivisti hanno voluto affermare e condividere con i passanti è che la vita, qualunque vita, non può essere ingabbiata, incatenata, venduta o comprata, informare i passanti e gli acquirenti che la vita non può e non deve avere un prezzo. – Si legge nella nota del gruppo – Gli animali in vendita trascorrono la loro vita imprigionati in gabbie vuote e prive di stimoli per essere, nella migliore delle ipotesi, comprati e resi schiavi fino alla fine dei loro giorni. Spesso gli animali manifestano segnali di malessere come la perdita di peli/piume, movimenti ripetitivi e ossessivi, apatia e altri.
Spesso le persone si rivolgono a queste attività per trovare un amico per la vita, non conoscendo le condizioni di sofferenza in cui vivono questi esseri senzienti, andando inconsapevolmente ad alimentare un mercato crudele che li considera ancora una volta oggetti, merci, cose.
Salerno Animal Save con questa manifestazione ha voluto essere la voce degli animali, informare gli acquirenti che la loro libertà non ha prezzo e che il loro amore non può essere comprato, anche alla luce del fatto che ci sono tante creature (non solo cani e gatti) che hanno sofferto l’abbandono o sono venute al mondo in condizioni precarie, sono state salvate e sono in cerca di una seconda occasione, sperando ancora in un’adozione consapevole per la vita e una casa piena d’amore.”

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.