You are here
La Todis Salerno torna in campo col botto: liquidata la pratica Cercola Basket Sport 

La Todis Salerno torna in campo col botto: liquidata la pratica Cercola

Tre partite, altrettante vittorie per la Todis Salerno ’92, che regola anche la pratica Azzurra Cercola con un perentorio 83-32 al PalaSilvestri. Le granatine, dopo la pausa forzata dello scorso weekend a causa del rinvio della trasferta di Taranto, sono tornate sul parquet con grande carica e lo hanno dimostrato fin dalle prime battute. Il miglior biglietto da visita da presentare nell’infrasettimanale di mercoledì 31 marzo, alla quinta giornata, al cospetto della capolista JustMary Capri, che ha battuto la Lowengrube Taranto ed è a punteggio pieno.

LA PARTITA. Duran, De Mitri, Valerio, Cragnolino e Van der Linden nello starting five di coach Aldo Russo. La vivace Pragliola porta subito avanti le ospiti, poi l’asse Valerio-Duran costruisce la risposta. La venezuelana è in palla, segna da fuori, poi allunga ancora la bolzanina. Cercola è squadra giovane (tutte nate tra il 2003 e il 2005 le atlete di Cavaliere) e con buona tecnica, frizzante: pressa incessantemente, ma Salerno usa testa ed esperienza, scappando a +12 con Van der Linden e Cragnolino da sotto canestro già a metà primo quarto. Il primo parziale è 26-4, margine rassicurante per le granatine che riprendono il gioco senza perdere la spinta. Ne trovano tanta anche dalla panchina con Orchi, Sestito e Scolpini che s’iscrivono a referto con decisione e caparbietà. Idem la 2004 Mancuso, che si presenta con una tripla che fa saltare di gioia le compagne: alla fine realizzerà 12 punti con una prestazione importante. Russo fa ruotare tutte nei meccanismi e tutte danno il loro contributo: Salerno balza al +32 (49-17) con cui va all’intervallo lungo. Partita in discesa, la Todis gioca con armonia e contiene in maniera decisa i tentativi di rientro di Cercola e aumenta il vantaggio (68-25 alla mezzora). Non cambia la musica nell’ultimo periodo, lo scarto arriva a 51 punti.

Abbiamo subito solo quattro punti nel primo quarto ed è questo l’approccio che fa la differenza. Faccio i complimenti a ognuna delle ragazze. – ha affermato Aldo Russo al termine della gara – Il piano partita ha funzionato, non abbiamo consentito a Cercola di accendersi, visto che è una squadra che fa leva sull’energia e sul dinamismo, sull’attacco e i raddoppi. Sono davvero molto contento dell’approccio di tutte. Nei primi due quarti abbiamo dimostrato di voler stare in campo e giocare senza sottovalutare nessuno. Ho sempre detto di dover ragionare di partita in partita: da domani, domenica, iniziamo a pensare al match in casa di Capri. È la squadra favorita per vincere il campionato, andremo lì con lo spirito di chi sa di dover giocare una partita molto buona per cercare di fare l’impresa”.

TODIS SALERNO ’92-AZZURRA CERCOLA 83-32 (26-4; 49-17; 68-25)

SALERNO: Aceredo, Cragnolino 6, Van der Linden 17, Valerio 10, Duran 14, Scolpini 3, Orchi 13, Sestito 5, Martella 2, De Mitri 1, Mancuso 12, Golemi. All: Russo.

CERCOLA: Edokpaigbe, Massarotti, Di Sarno, Pragliola 15, Giustino 3, Pepe, Brandi, D’Ambrosio 8, Lisbino 2, Bocchetti 2, Manfellotto 2, Raia. All: Cavaliere.

Arbitri: Meo di Angri e Procida di S. Cipriano Picentino

foto di gioco (credits Giuseppe Cuozzo)

mm

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.