You are here
La porta cede per il vento, spazzino travolto: «Quell’impianto per i rifiuti è pericoloso» Cronaca Primo piano 

La porta cede per il vento, spazzino travolto: «Quell’impianto per i rifiuti è pericoloso»

Se l’è cavata con un grosso spavento e cinque punti di sutura a causa della ferita riportata al viso, il 52enne dipendente di Salerno Pulita che venerdì sera è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro che sarebbe potuto andare decisamente peggio. L’uomo – in servizio insieme ad altri colleghi al sito di via Ostaglio a Fuorni – è stato travolto da una porta che probabilmente ha ceduto a causa del vento e del maltempo sferzante di questi ultimi giorni. L’operaio è stato colpito dalla porta che ha ceduto ed èstato immediatamente trasportato in ospedale per essere controllato e medicato.

L’impianto, che raccoglie rifiuti di vario genere ed è destinato in particolare al trattamento della frazione umida, è finito spesso nel mirino dei lavoratori perchè definito fatiscente. Il sito e il container da lavoro è più volte stato oggetto di attenzione da parte dei rappresentanti sindacali per le condizioni in cui gli addetti di Salerno Pulita sono costretti a lavorare. Sarebbero infatti state denunciate in diverse occasioni le carenze strutturali ed organizzative di Ostaglio senza che nulla venisse fatto. L’incidente di venerdì sera, spiegano i lavoratori, si poteva evitare facendo un minimo di manutenzione visto l’approssimarsi dell’inverno e dell’ondata di maltempo annunciata già da una settimana.

“La struttura di Ostaglio – si legge nella nota diramata dalla Fiadel provinciale – è da tempo nel mirino non solo per la pericolosità di determinate situazioni, come quella in cui suo malgrado si è trovato l’operaio ferito, ma anche per problemi di natura igienica. Un quadro sconfortante, insomma, che richiederebbe interventi di manutenzione e messa in sicurezza. Dal canto loro, gli operatori dimostrano impegno e abnegazione per far fronte ad un’emergenza nota, soprattutto dal punto di vista del personale utilizzato”. (fonte: ilmattino.it)

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi