You are here
Johnson&Johnson non garantisce 55milioni di dosi del vaccino per il secondo semestre Attualità Italia e Mondo 

Johnson&Johnson non garantisce 55milioni di dosi del vaccino per il secondo semestre

Johnson&Johnson ha comunicato all’Unione Europea di avere problemi di approvvigionamento che potrebbero complicare i piani per fornire 55 milioni di dosi del suo vaccino contro il coronavirus nel secondo trimestre dell’anno. Lo ha riferito un funzionario europeo all’agenzia Reuters. Il vaccino di J&J, che richiede una sola dose, dovrebbe essere approvato l’11 marzo dall’Ema e le consegne dovrebbero partire da aprile. L’azienda si era impegnata a fornire 200 milioni di dosi all’Unione europea per il 2021. La scorsa settimana J&J aveva raccontato all’Ue di avere problemi nel reperimento dei componenti del vaccino, il che si traduce nella difficoltà ad arrivare alle 55 milioni di dosi entro la fine di giugno. Per J&J l’obiettivo, secondo quanto riferivo dalla fonte Ue, non sarebbe comunque “impossibile” ma serve cautela.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi