You are here
Il vice presidente vicario di UnionCamere Andrea Prete: “Certi sindaci sono irresponsabili, un nuovo lockdown sarebbe devastante” Attualità Economia 

Il vice presidente vicario di UnionCamere Andrea Prete: “Certi sindaci sono irresponsabili, un nuovo lockdown sarebbe devastante”

“Stigmatizziamo l’atteggiamento di certi sindaci che, in modo del tutto incosciente, propugnano un liberi tutti h24. Occorre serietà per non vedere vanificati gli sforzi fatti finora. Un secondo obbligatorio confinamento, a causa di una ripresa dei contagi, sarebbe devastante sotto l’aspetto socio-economico e potrebbe chiudere in maniera definitiva tante attività”. Così Andrea Prete, vice presidente vicario di Unioncamere. “Alla luce di quanto verificatosi in questo primo fine settimana di fine confinamento, invito il governo, i presidenti delle Regioni, i sindaci e chi ha la responsabilità del presidio del territorio, a non abbassare la guardia. Resta fondamentale continuare a essere prudenti, consapevoli che in gioco c’è la salute di tutti. Comprendo l’euforia-dice all’Ansa-, specie dei più giovani, per l’uscita dal lockdown, ma situazioni di assembramento e il mancato rispetto delle regole e delle indicazioni delle autorità sanitarie su distanziamento e mascherine restano un pericolo. Il peggio non è alle nostre spalle. Cautela e saggezza rimangono l’unica strada da seguire”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi