You are here
Il mondo del volontariato ricorda Guido Scocozza, giovane ucciso a Napoli in un attentato Attualità 

Il mondo del volontariato ricorda Guido Scocozza, giovane ucciso a Napoli in un attentato

Oggi è il trentatreesimo anniversario della scomparsa di Guido Scocozza, amico e giovane volontario della UILDM di Salerno, morto tragicamente in un attentato terroristico nel 1988 a Napoli. “Negli anni a lui abbiamo dedicato il “Premio Nazionale della Solidarietà ‘Guido Scocozza’” giunto alla XXIV edizione e che quest’anno, a causa della pandemia e delle restrizioni ad essa legate, si svolgerà in modalità telematica. Un riconoscimento prestigioso quest’ultimo destinato a persone impegnate nel campo delle politiche sociali e della solidarietà che gode di importanti patrocini come quello del Presidente della Repubblica, Senato e della Regione Campania.
Abbiamo, inoltre, denominato la residenza socio-assistenziale per disabili della UILDM di Salerno “Villaggio della Solidarietà – Guido Scocozza” e proposto al Comune di Salerno di intitolare il largo antistante la stessa RSA “Largo Guido Scocozza”.

Crediamo che mantenere vivo il ricordo di Guido, un giovane a cui è stato rubato ingiustamente il futuro, sia un dovere civico e morale alla base della crescita e dell’evoluzione di una società civile poiché non esiste futuro senza memoria.
Nella speranza che la sua storia faccia riflettere sull’importanza dell’impegno nel sociale e spinga le persone ad attivarsi nel campo della solidarietà cogliamo l’occasione per richiamare i valori – quali l’amore per il prossimo e soprattutto per i più fragili, l’assistenza, l’aiuto, il sostegno e il volontariato – di cui Guido era portatore e rappresentante”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.