You are here
Il 26 marzo 1995 entra in vigore il trattato di Schengen Attualità 

Il 26 marzo 1995 entra in vigore il trattato di Schengen

Accadde oggi: il 26 marzo 1995 entra in vigore l'Accordo di
applicazione del Trattato di Schengen (AAS) le cui
implicazioni per la Svizzera sono difficilmente
valutabili. E' soltanto certo che a partire da questo
momento, la Svizzera diviene frontiera esterna per
rapporto a Germania e Francia e che i cittadini
svizzeri varranno come stranieri terzi.

Trattati precedenti sono tuttora in vigore

Rapporti contrattuali esistenti tra la Svizzera e i
singoli membri dell'Accordo di applicazione di
Schengen (ad es. sul piccolo traffico di frontiera,
sui documenti di viaggio riconosciuti, l'abrogazione
dell'obbligo del visto, ecc.) valgono tuttora nel
rispetto del principio di diritto internazionale
pubblico "i trattati vanno rispettati". Questo
principio non vieta comunque agli Stati di Schengen
di applicare, se del caso, questo Accordo con
maggiore severità. Nessuno impedisce loro, del resto,
di denunciare tali atti bilaterali. Una prassi più
severa o addirittura la denuncia dei trattati sul
piccolo traffico di frontiera avvrebbe tuttavia
conseguenze gravi per i transfrontalieri.

Sin dal 1991 sono avvenuti su iniziativa svizzera
diversi incontri a titolo informativo a livello di
periti con l'organizzazione di Schengen. Si tratta di
colloqui informali che servono in primo luogo a
procedere ad analisi comuni della situazione e a
evitare possibili implicazioni negative dell'AAS
sulla Svizzera.

Che obiettivo ha l'Accordo?

L'AAS del 19 giugno 1990 s'è prefissato l'obiettivo
di conferire maggiore sicurezza ai cittadini in
Europa e di garantire la libera circolazione delle
persone. Il Comitato esecutivo di Schengen aveva
deciso, il 22 dicembre 1994, di porre in vigore
l'Accordo - al quale possono aderire soltanto gli
Stati membri dell'UE - per gli Stati primi firmatari
del Trattato di Schengen, Belgio, Germania, Francia,
Lussemburgo e Paesi Bassi, nonché per gli Stati
aderenti Spagna e Portogallo in data 26 marzo 1995.
Per gli altri Stati membri Italia e Grecia, la
decisione in merito a tale entrata in vigore sarà
presa non appena questi Paesi si saranno dotati delle
necessarie premesse legali e tecniche. Lo statuto di
osservatore è concesso unicamente a Stati membri
dell'UE che intendono aderire e che sono in grado di
procedere a tale passo. L'Austria ha ottenuto lo
statuto di osservatore il 27 giugno 1994, la
Danimarca ne ha fatto richiesta nel mese di maggio
del 1994.

Indipendentemente dalla nazionalità, ogni persona
potrà, a partire dal 26 marzo prossimo, attraversare
le frontiere interne degli Stati che applicano
l'Accordo, in qualsiasi punto e senza sottoporsi a
controlli personali. Nell'intento di migliorare la
sicurezza interna, i controlli saranno standardizzati
alle frontiere esterne dell'organizzazione di
Schengen, la politica e la prassi in materia di visto
saranno armonizzate e la collaborazione tra autorità
di giustizia e polizia degli Stati contraenti
rafforzata. L'AAC disciplina segnatamente le
condizioni d'immigrazione per stranieri terzi (stranieri che, come gli Svizzeri, non sono cittadini
di uno Stato dell'UE risp. dello SEE, la competenza
d'asilo, l'assistenza giudiziaria e l'estradizione
nonché la lotta contro la criminalità inerente alla
droga.

Sistema d'informazione di Schengen

Elemento portante del sistema di cooperazione di
Schengen sarà infine il sistema comune d'informazione
di Schengen, SIS. Tale sistema permetterà di
richiamare, senza ritardi temporali, dati su persone
e cose, ricercate in relazione al rilascio del visto,
al passaggio della frontiera esterna o alla
collaborazione tra polizia.

Gli attuali nove Stati contraenti di Schengen fanno
tutto quanto è in loro potere, allo scopo di
trasferire l'atto di normativa internazionale,
concluso in origine tra cinque Stati, gradualmente
nel terzo pilastro dell'Unione europea (disciplinamento della collaborazione nel settore
della politica interna e in materia di diritto): in
questo ambito si intende anche perfezionare tale
normativa.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.