You are here
Il 13 dicembre del 1953 prima partita di calcio in Tv: Italia-Cecoslovacchia Attualità 

Il 13 dicembre del 1953 prima partita di calcio in Tv: Italia-Cecoslovacchia

Accadde oggi: era il 13 dicembre 1953, 68 anni fa, quando per la prima volta – e prima ancora che si inaugurassero ufficialmente le trasmissioni dell’emittente di Stato, iniziate a gennaio 1954  fu messa in onda una partita della nostra Nazionale. Quel pomeriggio al «Ferraris» di Genova, Italia-Cecoslovacchia (sfida valida per la Coppa Internazionale) comparirà sui pochi televisori già attivi sul territorio dello Stivale. E sarà un successo, non solo per il secco 3-0 rifilato ai quotati danubiani (coi gol nel primo tempo di Cervato al 23’ e Ricagni al 27’ e nella ripresa di Pandolfini su rigore al 47’) ma perché si aprirà ufficialmente una nuova era che sostituirà alla fantasia dei tifosi, il potere delle immagini; la forza del video (ovviamente in bianco e nero). In realtà quel primo evento riguardò la messa in onda del secondo tempo della partita, accompagnata dalle voce del primo telecronista della storia della Nazionale: Carlo Bacarelli, affiancato da Vittorio Veltroni ( il papà del politico Walter) e poi Nicolò Carosio. In tema calcistico: non era stata quella la prima gara trasmessa. Il 5 febbraio 1950 la Rai, infatti, aveva già proposto la prima partita di Serie A, Juventus-Milan (quarta giornata di ritorno del ‘49-’50) giocata alle 14.30 allo stadio Comunale e finita 1-7. Non solo una prima prova in esterna con le telecamere, ma anche la peggior sconfitta casalinga nella storia del club bianconero (dopo l’8-0 con cui il Torino vinse nel 1912).

Tornando a quel 13 dicembre del ‘53: a sera e nell’ambito della rubrica «Domenica sport» (antesignana della «Domenica sportiva»), sarebbe stata ritrasmessa una sintesi filmata dell’incontro. Uno spettacolo suggestivo e coinvolgente che però, alla fine del 1953, riguardava ancora pochissimi «eletti». Il segnale televisivo era visibile fino alle zone a sud di Roma, nel Lazio. Inoltre quella prima telecronaca «azzurra» era stata anticipata da una sorta di prova generale (sempre con oggetto la Nazionale), trasmessa il 21 ottobre dello stesso anno, in occasione di un allenamento (oggi diremmo: «stage») a San Siro: squadra gialla contro squadra verde; con telecronisti Carosio e lo stesso Bacarelli. La Rai inizierà poi, solo dal 3 gennaio successivo, a trasmettere una programmazione regolare. Ma questa prima di Italia-Cecoslovacchia avrà dato il la ai grandi eventi calcistici in azzurro. Il primo vero grande appuntamento saranno poi i Mondiali del 1954, teletrasmessi dalla Svizzera (con l’Italia eliminata ai gironi, battuta due volte dai locali).

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.