You are here
I percorsi dell’arte a Nocera Inferiore,  XIV edizione dal 2 all’11 settembre di Jazz in Parco Provincia Provincia e Regione Turismo ed Eventi 

I percorsi dell’arte a Nocera Inferiore, XIV edizione dal 2 all’11 settembre di Jazz in Parco

Presentata questa mattina alla presenza del Sindaco Manlio Torquato e del vice
sindaco e assessore alle Politiche Giovanili e Culturali, Federica Fortino, e del
presidente della Scabec, Antonio Bottiglieri la XIV edizione di “Jazz in Parco – I
percorsi dell’arte a Nocera Inferiore” che si terrà dal 2 all’11 settembre in tre diverse
location della città.
“Abbiamo mantenuto una promessa fatta alla città e ad Elia Pirollo – ha commentato il
primo cittadino, Manlio Torquato – Jazz in Parco è ritornato per continuare a far
brillare Nocera nello scenario musicale internazionale. E’ ritornata la musica di
qualità nel contesto che lo ha reso celebre: il Castello del Parco Fienga e con un
programma innovativo all’altezza di Nocera e dell’intero agro. Siamo orgogliosi per
aver contribuito ad organizzare, dopo anni uno dei più importanti appuntamenti che
ha caratterizzato l’identità culturale della nostra città”

“Per me giovane cittadina nocerina prima che Assessore alle Politiche culturali del
Comune di Nocera Inferiore è motivo di orgoglio aver portato il mio apporto affinché
questo evento ritornasse – ha commentato il vice sindaco, Federica Fortino – L’
Amministrazione ha voluto per questa nuova edizione valorizzare i luoghi
culturalmente rilevanti della nostra città con visite guidate. I nocerini saranno i veri
protagonisti dell’evento. Grazie alla Regione Campania e alla Scabec per aver
contribuito a realizzare questo che per me è un sogno”.
“Questa mattina sono particolarmente contento perché con la presentazione di Jazz in
Parco rafforziamo la vicinanza e l’impegno della Regione Campania alla
valorizzazione del patrimonio culturale della città di Nocera Inferiore – spiega il
presidente della Scabec, Antonio Bottiglieri – Rapporto già avviato attraverso un
accordo tra Regione e Comune per la digitalizzazione del patrimonio culturale e per
la valorizzazione dei beni culturali; la cui prima tappa è stata la riapertura
dell’importante museo. Riteniamo che ora sia il momento opportuno per ritrovare,
rilanciare e sostenere anche la lunga tradizione che Nocera Inferiore ha con il jazz”.
A illustrare il programma della nuova edizione, la direttrice artistica, Ondina
Sannino, che ha ricordato l’importanza della manifestazione che negli anni ha ospitato
nomi di prestigio da Noa ai Manhattan Transfer, passando per Giovanni Allevi,
Richard Galliano, Ahmad Jamal, i 29th Street Saxophone Quartet, Paolo Fresu, Toots
Thielemans, nomi – ha ricordato la Sannino – che hanno reso, nel tempo, il festival di
Nocera Inferiore, un punto di riferimento nella mappa delle più importanti
manifestazioni di settore in Italia.
Il festival è finanziato e realizzato dalla Regione Campania attraverso la Scabec in
collaborazione con il Comune di Nocera Inferiore, e mira alla valorizzazione del
patrimonio culturale e artistico della città di Nocera Inferiore, coinvolgendo
quest’anno anche, oltre al Palazzo Fienga, il Chiostro della Chiesa di Sant’Antonio, il
sagrato della Cattedrale di San Prisco e le strade del centro storico attraverso la street
parade.
Si parte giovedì 2 settembre alle ore 18 con il live itinerante dei Sax Maniacs
Quartet, la street band guidata dai fratelli Peppe e Gianni D’Argenzio. In serata poi,
nel chiostro della Chiesa di Sant’Antonio (ore 21.30) si esibirà il trio del chitarrista
casertano Pietro Condorelli.
Le porte del Parco Fienga si apriranno il 3 e 4 settembre per ospitare due concerti di
grande interesse per gli appassionati. Il primo, con il trio del pianista Franco
D’Andrea accompagnato da Enrico Terragnoli alla chitarra e Mirko Cislino alla
batteria. D’Andrea, che quest’anno festeggia 80 anni, è considerato un vero e proprio
punto di riferimento del jazz europeo, un musicista che non ha mai smesso la sua
personale esplorazione dei linguaggi del jazz; una ricerca che lo rende moderno e
unico. Il giorno successivo, invece, tocca alla Salerno Jazz Orchestra, diretta da
Stefano Giuliano, dialogare con il sassofonista romano Stefano Di Battista,
musicista che unisce nella sua cifra stilistica una profonda conoscenza della tradizione
afroamericana a un gusto raffinato nell’esposizione dei soli.
Dopo una pausa, si riparte giovedì 9 settembre con la sassofonista Carla Marciano
che mette in scena nella splendida cornice del sagrato della Basilica di San Prisco (ore
21.30) il suo particolare omaggio alle musiche del compositore Bernard Herrmann
con il celebrassimo “Psychosis”, lavoro discorafico riconosciuto dalla critica di tutto il
mondo tra i migliori dischi del 2019. Il giorno dopo, venerdì 10 settembre, si parte con
la Salerno Street Parade, in giro per le strade di Nocera Inferiore e in serata, al Parco
Fienga il quartetto del virtuoso Max Ionata uno dei maggiori sassofonisti italiani. Si
chiude l’11 settembre, sempre al Parco Fienga, con due spettacoli d’eccezione.
Il Perfect Trio del drummer romano Roberto Gatto e il quartetto di Elio Coppola,
che sul palco di “Jazz in Parco” ospiterà la tromba di Flavio Boltro.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria da effettuare sul
sito della Scabec all’indirizzo www.scabec.it

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.