You are here
I lavoratori dello spettacolo in piazza a Napoli chiedono misure adeguate Attualità Italia e Mondo 

I lavoratori dello spettacolo in piazza a Napoli chiedono misure adeguate

Una manifestazione aperta con un rullo di tamburi e 15 minuti di silenzio. I circa 600 manifestanti si sono disposti a scacchiera, in Piazza del Plebiscito, per essere sicuri di rispettare le distanze di sicurezza e lanciare un SoS sulla crisi economica.

Il Governo, fanno sapere i manifestanti, è stato informato delle richieste del mondo dello spettacolo. Il bonus dei 600 euro erogati dall’Inps, da solo non basta e chiedono un reddito di continuità che traghetti il comparto culturale fino alla ripresa dei settori e un tavolo tecnico-istituzionale immediato sulla riapertura.

“Il limite delle 200 persone per riaprire a giugno teatri e cinema – evidenza Matteo Garofalo – comprende anche personale di sala e vigili del fuoco, non sono 200 spettatori”. In termini numerici, per un concerto di un big della musica, lavorano, in media, 700 persone.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi